“Che Dio ci aiuti”, Morlupo sorride e sogna con le riprese della serie tv: «Ci dà speranza»

L'attrice Elena Sofia Ricci è suor Angela nella serie tv "Che Dio ci aiuti" sulla Rai
di Fabio Marricchi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Gennaio 2021, 18:31 - Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio, 09:36

Oggi a Morlupo (Roma) ci sono suor Angela e tutto il cast di “Che Dio ci aiuti”, la fortunata serie televisiva giunta alla sesta stagione. In tempi di epidemia e di grande incertezza, questo evento farà certo piacere alla popolazione morlupese nonostante i disagi che ci saranno per la viabilità. L’arrivo delle troupe di “Che Dio Ci aiuti” è sembarata a tanti tempi come una preghiera, un’esortazione affinché la situazione migliori. La protagonista assoluta della serie, Elena Sofia Ricci - suor Angela, sempre pronta a un sorriso - ci sarà, con Valeria Fabrizi, Massimo Poggio e Francesca Chillemi, con lei dal 2011. Dopo Modena, Fabriano - nelle Marche - Assisi e Roma, (a Tor Vergata e Trastevere), la produzione Lux Vide per Rai fiction ha scelto il centro storico di Morlupo per l’ambientazione di alcune scene che poi andranno su Rai Uno.

Non è la prima volta che Morlupo accoglie produzioni televisive o cinematografiche: si ricorda per esempio “Un posto tranquillo” con protagonisti Lino Banfi e Nino Manfredi, altra serie televisiva Rai che durò due stagioni, tra il 2003 e il 2005. Oggi le riprese verranno effettuate soprattutto nel centro storico del paese a nord di Roma nei pressi della Flaminia e del Monte Soratte. Interesseranno piazza Giovanni XXII, Corso Umberto I e via Garibaldi. Piazza Giovanni XXIII è il luogo più caratteristico del paese che racchiude tutto il centro storico e la chiesa di San Giovanni Battista. Nella piazza e nelle adiacenze saranno vietati sia il transito che la sosta dalle 9 alle 19. Lo comunica l’ordinanza firmata dal funzionario responsabile della Polizia Locale di Morlupo Nico di Prinzio.
Su corso Umberto primo divieto di sosta con rimozione su Corso Umberto I dal civico 91 al civico 101, dalle ore 9 alle 19. L’ordinanza vieta anche la sosta con rimozione dalle 9 alle 19 su via Garibaldi dall’intersezione con corso Umberto I fino al civico 39. Tutta la polizia locale e i mezzi per la rimozione delle auto sono pronti già da ieri per l’evento che sicuramente richiamerà una schiera di curiosi e appassionati. Sono ovviamente esclusi dai provvedimenti le quattro auto di servizio della produzione.

Per Morlupo saranno giorni movimentati perché dopo le riprese della fiction di Rai Uno, domani, 16 gennaio, prenderanno il via i festeggiamenti per Sant’Antonio Abate, forse uno dei santi più amati dalle parti della provincia romana, strettamente legato all’attività agricola e agli animali. «Nel rispetto delle norme anti Covid e del particolare momento che stiamo vivendo - fa sapere l’Associazione dei Fratelli di Sant’Antonio Abate - insieme alla parrocchia San Giovanni Battista invitiamo a partecipare alle funzioni che si svolgeranno il prossimo weekend in onore di Sant’Antonio Abate. Cercheremo di mantenere, nei limiti del possibile, i simboli della festa: l’accensione di un piccolo fuoco sul sagrato della chiesa, la distribuzione delle pagnottelle e la benedizione degli animali al termine delle messe». Questi ultimi riti il 17 gennaio davanti alla chiesa di San Giovanni Battista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA