ROMA

Cerciello, i legali di Finnengan ritirano la richiesta di scarcerazione

Sabato 7 Settembre 2019
Cerciello, i legali di Finnengan ritirano la richiesta di scarcerazione

I legali di Finnegan Lee Elder, il giovane americano arrestato a Roma per l'omicidio del carabiniere Cerciello, hanno ritirato la richiesta di scarcerazione. A riferirlo è l'avvocato del giovane, Renato Borzone. «E' evidente che ci sono ancora investigazioni in corso, come quelle sugli abiti del carabiniere o dei ragazzi, e altre che non conosciamo. Il quadro generale manca di elementi, che non consentono un completo esercizio della difesa. Che finora è fondata su una persona che ha mentito» ha sottolineato in riferimento a Varriale, collega di Cerciello.

Borzone ha spiegato che «la dinamica dei fatti, e non la difesa, finora è fondata su una persona che ha mentito, su persone di dubbia reputazione e su testi 'ballerinì. Stiamo lavorando sul caso per poter chiarire i passaggi fondamentali e quindi preferiamo attendere».

Cerciello, la trappola dei 2 americani: qui niente telecamere

Era il 9 agosto quando Andrea Varriale, ammette che la notte tra il 25 e il 26 luglio, durante l’intervento costato la vita a Mario Cerciello Rega, non aveva la pistola. Il 28 luglio a verbale aveva sostenuto una versione opposta, smentendo le parole riferite ai superiori nell’immediatezza dei fatti.

Ultimo aggiornamento: 16:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma