Roma, centri estivi: via dal 15 giugno nei municipi I e II con laboratori, ludoteche e sport

Uno dei centri estivi della passata stagione
di Francesco Pacifico
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Maggio 2020, 11:58

Da Roma Capitale arrivano 4 milioni in più di euro ai Municipi per i centri estivi, che dovranno ospitare dalla fine di giugno a fine agosto circa 15mila studenti di asili, elementari e medie. «Il nostro obiettivo - spiega l'assessore al Sociale, Veronica Mammì- è supportare a 360 gradi l'apertura di attività per bambini e ragazzi. Il lockdown ha costretto tutti a un isolamento forzato ma necessario, che ha pesato anche sui più piccoli. Questo investimento è per il ritorno alla normalità, a una socializzazione in sicurezza, al benessere dei giovani».
Nei centri per l'estate saranno rispettate le disposizioni (mascherina sopra i 6 anni, igienizzazione dei giochi, nessun accompagnatore) previsti dall'ultimo Dpcm. Nei prossimi giorni le task force per il sociale e per la sanità volute dal Comune dovrebbero dare ulteriori chiarimenti sulle linee guida. Intanto i 4 milioni si aggiungono ai 2 milioni che il Campidoglio ha già messo a bilancio nei mesi scorsi per finanziare i progetti da parte dei privati, che i Municipi stanno selezionando in questi giorni, e per venire incontro alle famiglie nel pagamento delle rette. Senza contare che nell'ultimo decreto rilancio il governo ha dato la possibilità di utilizzare parte del bonus baby sitter (1.200 euro) in questa direzione. L'obiettivo è garantire attività ludiche, sportive ed extrascolastiche. In quest'ottica i minisindaci hanno ultimato o stanno ultimando i bandi per affidare il servizio, con il Comune pronto a venire incontro alle zone con maggiori problemi di strutture, anche mettendo a disposizione le scuole per l'infanzia.
Il primo centro estivo a partire sarà quello che ha organizzato il II Municipio, con fondi propri, presso il Circolo sportivo dell'Aeronautica Militare. Costo: 55 euro a settimana. Si parte il 15 giugno e l'assessore Emanuele Gisci sottolinea che «sono già arrivare 300 pre-iscrizioni. Un dato sorprendente, se si pensa che siamo ancora in emergenza Covid». Con le risorse girate dal Campidoglio, l'ex circoscrizione guidata da Francesca Del Bello punta a creare altri 22 centri per ospitare un migliaio di bambini. Dal 15 si partirà anche nel I Municipio, dove saranno aperti 38 strutture per garantire attività estive a circa 1.200 bambini. «Ma stiamo studiando - spiega l'assessore Alessandro Figà Talamanca - anche di trovare una collocazione ai bambini sotto i 3 anni, per i quali il governo non ha stabilito linee guida ad hoc». Nel III Municipio, invece, l'assessore Claudia Pratesi, invece guarda «anche ai parchi, come quelli di Talenti, per ospitare i bambini».

leggi anche ​Riaperture: dall'autocertificazione alle mascherine, tutto quello che cambia dal 3 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA