Roma, arrestato Casamonica per aver violato la sorveglianza speciale: «Dovevo comprare le sigarette»

Venerdì 15 Febbraio 2019
Roma, arrestato Casamonica per aver violato la sorveglianza speciale: «Dovevo comprare le sigarette»

La scorsa notte, un 45enne romano, appartenente alla famiglia Casamonica, si è allontanato arbitrariamente dalla sua abitazione, dove doveva permanere come impostogli dalle prescrizioni della Sorveglianza Speciale a cui è sottoposto. E sono scattate le manette con l'accusa di violazione degli obblighi della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Era già successo lo scorso 18 gennaio, quando i carabinieri della stazione Roma Tor Vergata lo sorpresero a bordo della sua auto senza autorizzazione.

A notte fonda, i carabinieri si sono presentati alla sua porta di casa, in via Domenico Beccarini, zona Romanina, per eseguire un controllo senza però trovarlo presente, nonostante l'obbligo di rimanere in casa dalle ore 21 alle ore 7. Dopo circa 20 minuti, i carabinieri, appostati nei pressi della sua abitazione, lo hanno notato rientrare e lo hanno fermato. Il 45enne ha cercato di giustificarsi riferendo di essere uscito per comprare le sigarette, scusa però che non gli ha evitato l'arresto. I militari lo hanno accompagnato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA