Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, risse, aggressioni e droga: l'incubo della baby gang di Casal Palocco

Roma, risse, aggressioni e droga: l'incubo della baby gang di Casal Palocco
di Mirko Polisano
4 Minuti di Lettura
Domenica 21 Marzo 2021, 09:21

Pomeriggi di botte, aggressioni ed episodi di bullismo. È il nuovo inferno dei quartieri dell'Axa e di Casal Palocco, dove bande di giovanissimi - in parte annoiati dal lockdown, in parte perché vicino a veri ambienti criminali - infastidiscono i passanti o si affrontano a suon di spranghe, calci e pugni. L'allarme lanciato da tempo dai residenti alle forze dell'ordine: «Le risse - dicono i cittadini - sono all'ordine del giorno». L'ultima è di pochi giorni fa. «Purtroppo racconta un commerciante succede che questi ragazzi, non avendo più valvole di sfogo a causa delle ristrettezze dovute alle disposizioni anti-Covid, vengono qui e passeggiano nell'isola pedonale, violando molte volte anche le regole della zona rossa».

Roma, gang di bulle terrore delle ragazzine a Cinecittà: l’allarme dei genitori


I FATTI
A Casal Palocco, cuore dell'emergenza è l'area intorno alla zona commerciale Le Terrazze: «Ci sono gruppi che creano problemi. Vanno al supermercato dopo l'orario di chiusura dei bar, comprano bibite, tirano bottiglie e si fronteggiano tra loro. Fino a pochi giorni fa i controlli delle forze dell'ordine erano pochi, ora invece sono aumentati e speriamo che questo funzioni da deterrente. Anche perché comincia a essere un problema. Qualcuno dice anche di aver visto tirar fuori un coltello». All'Axa, invece, convergono gruppi anche da altri quartieri, Acilia in primis. Punto di ritrovo piazza Eschilo, già salita alla ribalta delle cronache per il ferimento di Manuel Bortuzzo, l'allora 19enne promessa del nuoto azzurro, a cui un «commando» proprio proveniente da Acilia sparò «per errore», costringendolo sulla sedia a rotelle.

Roma Garbatella, baby gang terrorizza i Lotti: «I nostri figli aggrediti»

Ed è proprio la piazza principale a essere ancora l'epicentro della micro-criminalità dove le baby gang si affrontano e si scambiamo, talvolta anche alla luce del sole, dosi di droga. Pochi mesi fa, i carabinieri del Gruppo Ostia hanno fermato in piazza Eschilo all'Axa cinque giovani che all'esito della perquisizione, grazie anche al fiuto dei cani antidroga, sono stati trovati in possesso di diversi grammi di hashish e marijuana. Per loro è scattata subito la segnalazione all'Ufficio Territoriale del Governo di Roma, come consumatori di sostanze stupefacenti. Non tutti vogliono parlare. Alcuni, soprattutto chi vive in zona e chi ha un'attività commerciale, teme ritorsioni. «Questi sembrano ragazzini, ma non scherzano - dice una donna, dall'altra parte del bancone di un bar - io quando abbasso la saracinesca sono sola e con queste restrizioni a quell'ora in strada non c'è nessuno. Ho paura di rientrare a casa». I residenti di Casal Palocco più volte hanno denunciato la presenza di teppisti nel quartiere residenziale che si estende tra verde e vip tra Ostia e l'Eur. L'assedio è quotidiano. Dalle prime ore del pomeriggio i ragazzini si danno appuntamento davanti ai cancelli delle ville vip e iniziano con schiamazzi, urla e a intimorire i passanti. «Capita anche di mattina - sottolinea una residente nel consorzio - ora che le scuole sono chiuse».

Roma, insulti razzisti al Tuscolano: in quattro pestano un bengalese di 18 anni

Roma, 16enne egiziano rapinato e spogliato nei giardini da due coetanei romani: «Io, minacciato di morte»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA