Sgombero via Capranica, i tre arrestati condannati ad un anno con la condizionale

Lunedì 15 Luglio 2019 di Marco Pasqua
22

Lanci di oggetti dalle finestre contro gli agenti in tenuta antisommossa, barricate incendiarie formate da materassi e cassonetti dati alle fiamme dagli occupanti: sono le scene da guerriglia urbana che si sono registrate, ieri mattina, durante lo sgombero dell'ex scuola di via Capranica, a Primavalle. Il bilancio di queste tensioni è di tre arresti e di diversi denunciati da parte di polizia e carabinieri. Sono tre gli arrestati, condannati oggi ad un anno con la condizionale e, quindi, rimessi in libertà, senza ulteriori misure restrittive. «Nessuna tolleranza e nessuno sconto ai violenti che occupano, incendiano e attaccano le Forze dell'ordine», aveva invocato ieri il ministro dell'Interno Matteo Salvini.
 

 

Fra i tre arrestati, c'è Farah Nouh, un ragazzo nato in Marocco, di 18 anni, che viveva all'interno della struttura occupata. E poi, ancora: Farah Abderrahim, anche lui nato in Marocco, classe 1975: ha diversi precedenti penali. La terza persona arrestata dalle forze dell'ordine è Damnati Adib Soucaina, nata a Roma, classe 1993.

 

Ultimo aggiornamento: 16 Luglio, 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma