Sulla pagina Facebook del Caffè Greco ora spuntano offese antisemite: «No ai sionisti»

Venerdì 1 Novembre 2019 di Marco Pasqua
Sulla pagina Fb del Caffè Greco ora spuntano offese antisemite

Anche i sostenitori della campagna per il boicottaggio contro Israele si muovono ed entrano in gioco, a livello virtuale, nella vicenda dell'Antico Caffè Greco. E lo fanno dopo il rinvio dello sfratto, a gennaio 2020, e dopo che i gestori di questo storico locale hanno tentato di far crescere, negli ultimi mesi, il fronte contro la proprietà, rappresentata dall'Ospedale Israelitico. Difficile che lo scontro tra le due parti in causa non finisse, prima o poi, col coinvolgere anche i simpatizzanti del Bds, ovvero del movimento che si batte per il Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (Bds) e che conduce una aspra campagna contro lo stato di Israele e i suoi cittadini, con tanto di black list di prodotti israeliani che non dovrebbero essere acquistati.

Leggi anche:-> Antico Caffè Greco di Roma: sfratto rinviato

«Se la gestione dell'Antico Caffè Greco dovesse passare ai sionisti (stampatello, ndr), allora si dovrà includere anche questo locale nel boicottaggio contro Israele», ha scritto in un commento sulla pagina Facebook del Caffè un utente (che ha poi linkato il sito di Bds Italia). Ma, piuttosto che prendere le distanze da quell'avvertimento, i gestori rispondono, rassicurando l'utente: «Stia tranquillo, noi siamo proprietari di tutto il Caffè, mura escluse, e anche, fieramente, gestori. Questo non succederà mai».

LEGGI ANCHE:- >Caffè Greco, si muove il Mibact: vincoli anche sui mobili antichi
LEGGI ANCHE:-> Roma, Caffè Greco verso lo sfratto. «A rischio 36 posti di lavoro»

Controrisposta del simpatizzante del Bds: «Ho espresso il timore, perché ho notato un certo comunicato degli avidi' (il riferimento, con una connotazione chiaramente antisemita, è all'Ospedale Israelitico, ndr), che allude a strane ipotesi di prosecuzione del Caffè Greco sotto la loro gestione. Mi conforta la rassicurazione che date». Questa non è l'unica considerazione contro i proprietari: «Poveri, non hanno soldi. Ne avesse bisogno l'Ospedale Israelitico», scrive D.A., che aggiunge, convinta: «So di certo che gli israeliani in genere non muoiono di fame. Sono i più ricchi al mondo». A.C., invece, fa notare che «se critichi gli israeliti ti dicono che sei...». Commenti che non sono stati rimossi.
 


LA VICENDA
Il contratto di affitto con i gestori si è concluso nel 2017 e, come ha spiegato l'Israelitico, «non è stato trovato un accordo economico in linea con in valore di mercato». «La richiesta di canone è stata di 120mila euro al mese», ha detto l'amministratore delegato del Caffè Greco, Carlo Pellegrini. Finora i gestori pagavano circa 17 mila euro al mese. Le perizie, alcune internazionali, che ha in mano Israelitico parlano però di un valore ben più alto, vista la zona e il pregio del locale.
 

Ultimo aggiornamento: 15:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma