La Befana della Polizia al policlinico Gemelli con tanti regali per i bambini

La Befana della polizia al Gemelli
di Andrea Nebuloso
2 Minuti di Lettura
Martedì 7 Gennaio 2020, 11:42

Chi l’ha detto che la Befana viene solo di notte con le scarpe rotte. Ieri mattina, infatti, all’Ospedale Policlinico Gemelli la simpatica vecchietta è arrivata “scortata” dai poliziotti delle volanti, del reparto mobile, della polizia postale e di quella stradale di Roma, per consegnare doni e giocattoli ai bambini ricoverati presso i reparti pediatrici del nosocomio romano. Un evento dall’alto valore simbolico che ha visto donne e uomini della Polizia di Stato vicini a chi soffre e ha bisogno di attenzioni, tutte nobili intenzioni racchiuse nel claim #lamiciziaèunacosaseria.
 

 

Accolti dal direttore del reparto di pediatria Giuseppe Zampino, gli agenti sono arrivati con zaini carichi di cioccolatini e di orsetti di peluche e soprattutto di tanta umanità donando una mattinata di emozioni e sorprese ai piccoli pazienti ricoverati e alle loro famiglie. Accanto alla Befana ufficiale anche un ospite d’eccezione come la simpatica attrice Emanuela Aureli che ha divertito i presenti con le irresistibili imitazioni di Mara Venier, Milly Carlucci, Maria De Filippi, Barbara D’Urso e Raffaella Carrà. Non solo risate però per lei. Dopo la performance, infatti, l’artista ha voluto spendere parole di incoraggiamento e vicinanza ai bambini lasciandosi sfuggire anche qualche lacrima di commozione. «Mi raccomando non smettete di lottare – ha detto con gli occhi lucidi – Ce la dovete fare. Volere è potere. Vi auguro tanto amore».

Parole partite direttamente dal cuore che sono state accolta da un caloroso applauso dai piccoli degenti che poi sono tornati a sorridere grazie alle magie di un poliziotto della stradale che improvvisandosi fenomenale prestigiatore ha lasciato tutti con gli occhi incantati. Naturalmente non potevano mancare anche il clown, in versione femminile, e una giovane fatina che hanno provveduto a rendere il clima ancora più festante. Ai bambini alla fine è stato anche conferito il diploma di “sentinelle del web” che da oggi saranno al fianco della polizia postale. Proprio l’importanza di regalare un giorno di festa ai piccoli alle prese ogni giorno con analisi e terapie è stato voluta sottolineare dal direttore medico delle relazioni esterne del Gemelli, Giorgio Meneschincheri, che ha evidenziato soprattutto il grande valore psicologico dell’iniziativa. Sostegno che grazie alla Polizia di Stato ieri si è trasformato in un atto concreto del quale si sentiva sicuramente il bisogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA