Metro Barberini, flash mob di commercianti: «Da Raggi e Atac promesse da marinaio»

Metro Barberini, flash mob di commercianti: «Da Raggi e Atac promesse da marinaio»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Dicembre 2019, 16:48

«Da Raggi e Atac promesse da marinaio» e «Raggi la scala non regge». Questi sono due dei cartelli esposti dai comitati dei commercianti e dai residenti delle vie limitrofe a piazza Barberini per protestare contro i 300 giorni di chiusura della stazione della metro.

Dopo più di dieci mesi «inizia a essere a rischio anche l'occupazione dei dipendenti della zona - ha spiegato Gabriella Repaci, una delle componenti del comitato dei commercianti della zona - Soltanto dall'inizio di dicembre, rispetto allo scorso anno, la contrazione dei fatturati di tutti è arrivata al 40 per cento. Oltre a questo la zona versa in un declino evidente. Sono troppi mesi che resistiamo senza avere alcuna comunicazione ufficiale dall'amministrazione capitolina. Quello che sappiamo lo apprendiamo dalla stampa».

La stazione Barberini della linea A della metropolitana di Roma avrebbe dovuto riaprire prima delle festività natalizie almeno in uscita a seguito dei lavori su 4 delle 6 scale mobili. Tuttavia i collaudi Ustif effettuati dal Mit non hanno dato esito positivo e quindi per ora la stazione non riaprirà. Il Pd di Roma e la lista civica capitolina Roma torna Roma hanno quindi indetto per oggi un flash mob di protesta a sostegno dei commercianti, mentre la senatrice del Pd Monica Cirinnà sta per presentare una interrogazione parlamentare sul tema.

«Siamo a fianco dei cittadini esasperati da 300 giorni di chiusura che sono una vergogna mondiale - ha spiegato Andrea Casu, segretario del Pd di Roma -. La giunta Raggi finora non ha speso un centesimo dei 425 milioni stanziati dal governo Gentiloni per le metropolitane. Come Pd porteremo questa protesta in tutte le sedi istituzionali». Casu ha poi definito «indecente» il fatto che «nessuno dell'amministrazione si sia presentato oggi visto che assessori e consiglieri erano stati invitati a un confronto in piazza».

«Raggi non ascolta il grido di dolore della città», ha concluso. Per la consigliera della lista civica Roma torna Roma, Svetlana Celli, «queste persone chiedono un incontro all'amministrazione da mesi e nessuno gli risponde. Queste persone rivendicano un diritto quello di poter lavorare, nel caso dei commercianti, e di poter raggiungere il centro per quanto riguarda tutti i residenti della Capitale. La maggioranza M5s però anche oggi ha perso l'occasione di confrontarsi con i cittadini. Ci dicono che sono impegnati in Aula Giulio Cesare ma in queste ore la seduta è in pausa, almeno uno di loro avrebbe potuto venire».

Alla protesta hanno preso parte anche diversi consiglieri del Pd capitolino tra cui Marco Palumbo e Valeria Baglio, e la presidente Pd del I municipio di Roma Sabrina Alfonsi che ha spiegato: «Il 40 per cento delle attività intorno a Repubblica e Barberini ha chiuso e nessuno dà risposte nè ai cittadini nè ai commercianti. Nessuno ci mette la faccia nè la sindaca nè altri rappresentanti dell'amministrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA