Ariccia, torna a casa il dipinto rubato nel 1980

Lunedì 8 Aprile 2019 di Luigi Jovino
La città di Ariccia in festa per il capolavoro d’arte ritrovato. Mercoledì 10 aprile, alle ore 11.30, sarà riconsegnato al comune il ritratto di Marta Ghezzi Baldinotti trafugato nel 1986 insieme ad altri quadri famosi. L’opera, realizzata dal noto pittore e ritrattista Ferdinand Voet, nella seconda metà del 1600, fa parte della serie di ritratti di dame romane dette “Le belle” commissionata dal cardinale Flavio Chigi nel 1672 e ampliata fino al 1678.

IL FURTO
Questa sezione di opere artistiche conservate a Palazzo Chigi si componeva originariamente di 37 dipinti. Nella notte fra il 3 e il 4 marzo 1986 la raccolta fu decimata da un furto, avvenuto a Palazzo Chigi, in cui vennero sottratte 20 tele. C’è stato poi il brillante ritrovamento del ritratto di Marta Ghezzi Baldinotti che ha portato un nuovo elemento alla galleria. Nei dipinti vengono raffigurate le nobildonne delle casate aristocratiche romane, che per un vezzo artistico furono inserite in una galleria con l’appellativo di “belle”. Il rinvenimento dell’opera si deve all’intraprendenza e professionalità del Nucleo carabinieri tutela Patrimonio culturale di Palermo. Il brigadiere capo Antonio Di Garbo, principale responsabile del rinvenimento, ha mostrato l’immagine dell’opera, per verificare se corrispondesse ad uno dei dipinti rubati, all’architetto Francesco Petrucci, Conservatore di Palazzo Chigi, che non credeva ai suoi occhi. L’opera è stata identificata non solo per la perfetta coincidenza stilistica e formale al dipinto rubato e agli altri della serie, come risulta dalla documentazione fotografica agli atti del Palazzo, ma anche per l’assoluta affinità della cornice, dipinta finto legno di radica con bordi dorati, come pure per la presenza della scritta identificativa della dama sul retro della tela, identica alle altre. Successivamente sono iniziate le operazione per la riconsegna del dipinto trafugato al comune di Ariccia che ne è legittimo proprietario. Il dipinto è stato ritrovato presso un antiquario di Palermo ed è stato quindi sequestrato. «Ringraziamo i carabinieri - ha detto Roberto Di Felice, sindaco civico di Ariccia - che dopo più di 30 anni sono riusciti a riconsegnare alla nostra città un’importante opera d’arte. Il nostro patrimonio artistico si arricchisce e l’intera città festeggia questo ritrovamento».

LA COLLEZIONE
Palazzo Chigi conserva, infatti, un ricco patrimonio artistico ed è considerato il più importante museo del barocco italiano. Grande successo stanno riportando le iniziative avviate dal comune di Ariccia, in collaborazione con Palazzo Chigi, che stanno organizzando in parecchi paesi europei mostre itineranti. «Siamo contenti - afferma l’architetto Francesco Petrucci, conservatore di Palazzo Chigi - perché il ritrovamento del ritratto di Marta Ghezzi Baldinotti arriva proprio nel momento in cui si festeggia il trentennale dell’acquisto di Palazzo Chigi da parte del comune. Per questo importante avvenimento abbiamo programmato una serie di eventi di valore artistico ed espositivo che sicuramente richiameranno l’attenzione del grande pubblico». Alla cerimonia di riconsegna del dipinto interverranno Roberto Di Felice sindaco di Ariccia, il luogotenente Angelo Giovanni Busciglio, comandante Nucleo carabinieri tutela Patrimonio culturale di Palermo, il brigadiere capo Antonio Di Garbo, il vice brigadiere Filippo Vassallo e l’architetto Francesco Petrucci. Nei prossimi giorni sarà presentato il programma completo delle attività per l’anno 2019 e le iniziative che si svolgeranno sia a Palazzo Chigi che in altre città italiane e all’estero.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

FaceApp, i figli crescono e le mamme invecchiano

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma