CORONAVIRUS

Fiera di Roma, Talenti, piazza Ankara o Ostia: a luglio al cinema ai drive in

Martedì 12 Maggio 2020 di Francesco Pacifico
1
Anche Roma avrà i suoi drive in

Fiera di Roma, Talenti, il Pigneto, piazza Ankara e Ostia... Mancano (e non è poco) le linee guida del governo e un regolamento comunale. Ma tra giugno e luglio l'estate romana sarà all'insegna dei cinema drive in. Gli stessi che, con le auto in fila davanti a maxi schermi, hanno permesso agli americani di tornare a vedere film nell'era Covid e che a Roma non sono sconosciuti perché all'Infernetto c'era il più grande drive in d'Europa.

Premier League, no ai campi neutri e solo i positivi in quarantena
Città ferma, ma polveri sottili impazzite a Frosinone nei mesi del lockdown

Sul ritorno al cinema, a Roma e nel Lazio, si lavora su due fronti: uno, come detto quello dei drive in (o cinedrive, perché i posti per le vetture saranno non più di 150) portato avanti soprattutto dal circuito degli esercenti aderenti a Cna audiovisivo con il supporto tecnologico della Tixtar; l'altro è quello dei Moviement Village - arene con eventi e aree per le degustazioni - curato da Anac.

Sul primo versante, si lavora su circa quattro progetti in città. Intanto dovrebbe essere aperto alla Fiera di Roma un "multi cine-drive", con più schermi nel parcheggio. Cercano una location nel V Municipio anche i titolari del vecchio cinema Avorio, che riaprirà sempre al Pigneto con uno spazio multimediale. Il II Municipio ha invece votato una mozione per collocare una struttura al parcheggio di piazza Ankara, mentre in questa direzione si sta muovendo anche il X, che ipotizza due arene, una a Ostia vicino al mare. Mentre per il 2 giugno ha annunciato il primo spettacolo, a Roma Sud, Giovanni Calvario della Boanerghes.

In provincia di Roma cine-drive saranno aperti a Fregene, Anzio, Velletri, Palestrina, Colleferro, Civitavecchia, Cerveteri, Grottaferrata, Pomezia e Nettuno. Fuori Roma si sono candidate Latina, Viterbo, Frosinone, Pontinia, Tarquinia, Frosinone, Sabaudia, Aprilia e Terracina.

Come detto, per partire bisognerà aspettare le linee guida del governo e un regolamento ad hoc soprattutto sul fronte della sicurezza (distanziamento e sistemi antincendio). Quel che è certo è che si andrà al cinema con la propria macchina, si farà il biglietto online, si parcheggerà a distanza dagli altri veicoli, con gli esercenti che daranno un autoparlante wi-fi per sentire l'audio.

Parallelamente l'Anac proverà a rilanciare il modello dei Moviement Village: arene all'aperto dove alle proiezioni seguiranno dibattiti, mostre e degustazioni. Come l'anno scorso, l'edizione principale si terrà a Talenti, anche se viste le restrizioni imposte dal lockdown gli organizzatori ridurranno gli spettatori da 1.200 per serata a 300. Altre arene, con numeri minori, saranno allestite all'Eur, alla Garbatella, nel territorio del XIV Municipio e nel Centro storico.

Ultimo aggiornamento: 16:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani