VIRGINIA RAGGI

Approvato in Comune il «Salva-Roma»: lo Stato pagherà debiti della Capitale

Giovedì 16 Gennaio 2020
1
Approvato in Campidoglio il «Salva-Roma»: sarà lo Stato a pagare i debiti della Capitale

Approvato dall'assemblea capitolina, con 24 voti a favore e un astenuto, il sistema “Salva Roma”. Il provvedimento, già votato dal Parlamento, prevede l'accollo da parte dello Stato, in particolare del Mef, del prestito obbligazionario Rome City da 1,4 miliardi di euro con scadenza il 27 gennaio 2048. Il prestito era stato emesso dal Campidoglio nel 2008 per finanziare le sue attività a un tasso del 5,35, per cento, ben più alto degli attuali tassi di mercato.

LEGGI ANCHE Salva-Roma, dai nidi alla manutenzione stradale: tutti i servizi a rischio per la Capitale

Soddisfatto l'assessore al Bilancio di Roma Capitale, Gianni Lemmetti: «Questa delibera si inserisce nell'ambito della chiusura definitiva della gestione commissariale, aperta con legge del 2008. Si delibera l'accollo del prestito obbligazionario di Roma da parte del Mef, che avrà l'onere del pagamento degli interessi e di trattare con i creditori. L'assemblea degli obbligazionisti si sta svolgendo oggi in contemporanea con quest'Aula», ha concluso Lemmetti.

Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 16:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma