Angelina Jolie, la star a sorpresa al Bambino Gesù di Roma visita i bimbi ucraini: «Pagano il prezzo della guerra, è orribile»

Angelina Jolie, la star a sorpresa al Bambino Gesù di Roma visita i bimbi ucraini: «Pagano il prezzo della guerra, è orribile»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 31 Marzo 2022, 13:16 - Ultimo aggiornamento: 1 Aprile, 09:17

Maglione e mascherina nera, capelli raccolti, Angelina Jolie è arrivata ieri per una visita a sorpresa ai piccoli pazienti ucraini ricoverati all'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Solidarietà e commozione da parte della Jolie, che ricopre anche il ruolo di ambasciatrice Onu. Tanta gioia da parte dei bimbi ricoverati, con i più grandi sorpresi nel riconoscere la famosa attrice. Angelina Jolie ha voluto incontrare i bambini ucraini arrivati in Italia a causa del conflitto, i medici e gli infermieri che si prendono cura di loro. «Sto pregando per la fine della guerra. Questo - ha detto - è l'unico modo per fermare la sofferenza e la fuga dalle zone del conflitto. È orribile vedere bimbi che ne pagano il prezzo, in vite perse, salute danneggiata e traumi».

Ucraina, in Italia 300 bambini senza genitori. Telefono azzurro: «Gestione delicata, cautela sulle adozioni»

Ucraina, italiana si offre di ospitare due giovani ma poi scopre che sono africani e rifiuta: «Profughi sì, neri no»

Quattro milioni di ucraini hanno lasciato il loro Paese

La sua visita è avvenuta proprio nel giorno in cui l'Agenzia Onu per i rifugiati ha confermato che in un mese sono stati 4 milioni gli ucraini fuggiti dal loro Paese. Si tratta, secondo l'Agenzia delle Nazioni unite, citata in un post su Fb dell'ospedale pediatrico, della crisi dei rifugiati con la crescita più esponenziale dalla seconda guerra mondiale ad oggi. Altri 6,5 milioni di persone sono state sfollate all'interno del Paese. Secondo l'Unicef, più della metà dei bambini ucraini sono sfollati all'interno nel Paese o sono fuggiti a causa delle conseguenze devastanti della guerra sulle loro vite. Secondo quanto riferito, sono circa 2 milioni quelli fuggiti fuori dal Paese e almeno 2,5 milioni quelli che vivono sfollati. A ciascun bambino, l'attrice ha chiesto cosa vuole fare da grande. Ad ogni mamma ha invece domandato cosa può fare per ciascuna personalmente. Diverse madri, fa sapere l'Ospedale, hanno risposto che vogliono tornare in Ucraina e che le chiedono un aiuto per la pace. Angelina Jolie ha anche espresso la propria ammirazione per la loro forza, che lei ha in parte provato, ha detto, nell'affrontare una malattia. Giunta al Bambino Gesù da sola, Jolie si è soffermata anche a parlare con i medici, il dottor Alberto Villani e il direttore sanitario Massimiliano Raponi. «Abbiamo molto apprezzato la visita di un personaggio così noto con una straordinaria sensibilità nel contatto con i bambini e con le famiglie. Angelina Jolie - ha raccontato Villani, direttore Emergenza, Accettazione e Pediatria Generale dell'Ospedale - li ha ascoltati, ha mostrato un vero interesse. Abbiamo scoperto in una grande artista la capacità di interpretare con profonda partecipazione anche il suo ruolo di ambasciatrice Onu». Sono 138 i bambini ucraini presi in carico dall'inizio della guerra dall'ospedale del Vaticano, 31 sono attualmente ricoverati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA