Alex Palumbo, suicida nel laghetto dell'Eur. «Aveva scoperto di essere malato»

Alex Palumbo, suicida nel laghetto dell'Euro. «Aveva scoperto di essere malato»
di Alessia Marani
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Agosto 2021, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 16:15

Un suicidio per i problemi di salute, oppure un tentativo di stordirsi sul momento con alcool, tranquillanti o droghe, per non pensarci, finito nel peggiore dei modi. Queste le ipotesi circa la morte di Alex Palumbo, 33enne promoter addetto alle vendite, originario di Cervaro (Frosinone), ripescato senza vita mercoledì notte nel laghetto dell’Eur. L’ultimo ad averlo visto è stato un vigilante del “Cinema galleggiante” intorno alle 00.30. «Mi ha chiesto una sigaretta, era visibilmente confuso e alterato, forse ubriaco», ha raccontato agli agenti delle Volanti e del Commissariato Esposizione che indagano sul caso. Poi ha notato i suoi indumenti lasciati su una panchina vicina e il ragazzo finito in acqua, nudo, andare a fondo. Sono stati i vigili del fuoco a recuperare il cadavere nella nottata e a riportarlo sulla riva. Sulla panchina di marmo non c’erano solo i suoi vestiti, ma anche un faldone pieno con i referti medici sulle sue non buone condizioni di salute. 

Alex Palumbo morto annegato nel laghetto dell'Eur a Roma. «Lo hanno visto spogliarsi e tuffarsi»

 

Il funerale

Il ragazzo, nonostante la giovane età e il fisico atletico, si sarebbe ammalato. Una condizione di cui soffriva tremendamente nell’ultimo periodo da quanto ricostruito, dopo essere stato per lavoro a Milano prima di approdare nella Capitale. Tanto da finire per vivere come una sorta di vagabondo, come riferito dagli stessi familiari agli investigatori. Sul posto è arrivata anche la polizia Scientifica per i rilievi. Sul corpo del ragazzo è stato eseguito l’esame esterno da parte del medico necroscopo e il corpo affidato alla famiglia per i funerali che si svolgeranno stamani a Cervaro. Gli inquirenti hanno escluso che al momento della tragedia fosse in compagnia di altre persone, un drammatico incidente, o ancora più probabilmente un suicidio, anche se Alex non ha lasciato biglietti di addio. Scossa la comunità di Cervaro e i tanti amici sparsi per l’Italia. Alex aveva lavorato in molti punti vendita e aziende di rilievo, poi il dramma. 

Giovane promoter di Cassino trovato morto nel laghetto dell'Eur

© RIPRODUZIONE RISERVATA