Colli portuensi, chiede al padrone del cane di mettergli la museruola e viene accoltellato in viso

Ferito un 61enne: aveva chiesto al padrone dell’animale di mettergli la museruola

Colli portuensi, chiede al padrone del cane di mettergli la museruola e viene accoltellato in viso
di Camilla Mozzetti
4 Minuti di Lettura
Domenica 30 Ottobre 2022, 09:15 - Ultimo aggiornamento: 09:19

Il coltello lo ha estratto in pochi secondi, dalla tasca dei pantaloni. Con una mano teneva il guinzaglio del cane e con l'altra ha sferrato il colpo: un taglio in pieno volto ad un uomo del 1961, che gli era di fronte, colpevole solo di avergli detto di prestare attenzione a quell'animale troppo aggressivo per girare senza museruola. Sono le 20.45 di venerdì quando nel giardinetto di piazzale Eugenio Morelli (a Colli Portuensi) si consuma un'aggressione apparentemente per futili motivi. Un uomo tuttora ricercato ha colpito e ferito un 61enne che non abita nel quartiere ma possiede un garage in zona nel quale, poco prima, era andato a riporre alcuni oggetti. Nel far ritorno a casa, la vittima passa per quell'area verde - in realtà gialla considerato lo stato di incuria - e quel cane di grossa taglia inizia ad abbagliargli contro. Così il 61enne si spaventa e forse con un tono un po' concitato si rivolge al padrone dell'animale dicendogli di fare attenzione. Il resto è il racconto di un'aggressione che porta dritto, nell'esito, all'ospedale San Camillo.

Tifa Lazio, gioca con la Roma: il derby della piccola Carol

LA DINAMICA

Il padrone del cane estrae un coltello, si lancia contro la vittima e lo colpisce tagliandolo al volto per poi andarsene. Il 61enne chiama aiuto e sul posto arrivano i militari del Nucleo radiomobile per un primo intervento mentre le indagini seguenti vengono affidate ai militari della Compagnia Eur. Il racconto della vittima è questo: un'aggressione per futili motivi, «Non lo conoscevo e non l'avevo mai visto», metterà a verbale mentre i carabinieri, acquisite le immagini di alcuni impianti di videosorveglianza della zona - comprese quelle di un istituto bancario - avrebbero già in mano elementi utili a identificare l'aggressore che dovrà rispondere di lesioni personali aggravate e porto di oggetti atti ad offendere. La ricostruzione fatta dalla vittima, che soccorsa e portata in ospedale è stata medicata e refertata con pochi giorni di prognosi, non è messa in discussione al momento dai militari anche se naturalmente sono in corso tutti gli accertamenti del caso per escludere davvero che tra i due ci fossero dei pregressi sottaciuti dalla vittima, magari per timore di ulteriori ritorsioni. Il 61enne è un libero professionista, incensurato.

Vent'anni per un alloggio a Colle Salario, ma lo trova già occupato. L'incubo di Angelina, vedova e con una figlia disabile

LE INDAGINI

Al momento non sono emersi elementi che possano unire i due uomini e forse è anche l'aspetto più preoccupante. Pensare che qualcuno giri armato di coltello e sferri un colpo ferendo al volto un passante solo perché quest'ultimo gli ha chiesto di tenere a bada il cane ha in sé una pericolosità maggiore rispetto ad un conto in sospeso tra due persone. Purtroppo pur essendo il piazzale abbastanza frequentato a quell'ora, non ci sono testimoni utili che possano fornire una versione terza dell'accaduto. Sul posto oltre alla vittima non è stato trovato nessun altro e in caserma, al momento, nessuno si è presentato per fornire supporto alle indagini.
Nei fatti comunque oltre all'analisi dei sistemi di videosorveglianza, i militari stanno procedendo con tutti i controlli di rito anche nei confronti della vittima. A partire dalla posizione finanziaria. Di certo si può escludere la droga ma per capire bene cosa è accaduto manca ancora qualche tassello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA