Banconote, documenti e un kalashnikov: tutto falso, scatta il sequestro di una tipografia a Rocca Cencia

Il materiale sequestrato (Foto di Luciano Sciurba)
1 Minuto di Lettura
Martedì 22 Dicembre 2015, 18:55 - Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre, 17:32

Stampante multifunzione, laminatore per plastificazione documenti, carta adesiva effetto filigrana, apposita carta fotografica e fogli per la riproduzione di vari documenti d'identità, nonché un kalashnikov, falso pure quello ma non meno inquietante: è quanto trovato e sequestrato dalla Polizia di Stato in un'abitazione a Rocca Cencia, Roma.

Responsabile dell'illegale attività un'intera famiglia di origini slave: marito e moglie, entrambi 46enni, e il figlio 19enne. Jugoslavo lui, e macedone lei, residenti appunto a Rocca Cencia, i coniugi sono stati individuati dagli agenti del Commissariato di Frascati al termine di un'indagine che ha portato all'individuazione del loro appartamento, divenuto punto di riferimento per la produzione di documenti falsi. Tra i documenti falsi già preparati e pronti anche contratti assicurativi e carte d'identità croate. Sono state trovate e sequestrate anche alcune banconote false da 50 euro. Tutta l'attrezzatura e il materiale scoperto è al vaglio degli investigatori che stanno verificando anche i numeri delle carte d'identità e delle patenti false riprodotte. Per i tre stranieri è scattata la denuncia per la produzione e il possesso di documenti falsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA