Barbagianni avvelenato dai pesticidi: due poiane ferite dai cacciatori

Il barbagianni recuperato dai guardiaparco
1 Minuto di Lettura
Lunedì 16 Ottobre 2017, 15:10

I guardiaparco dei Castelli Romani hanno recuperato questa mattina alcuni bellissimi esemplari di rapaci feriti. Ad Artena è stata segnalata da un escursionista una poiana ferita dagli spari dei cacciatori di frodo che era finita in un terreno privato. A Montecompatri la polizia locale ha segnalato ai guardiaparco la presenza di un'altra poiana ferita sul territorio rurale, subito recuperata, anch'essa era stata ferita dagli spari dei cacciatori. Queste sono specie protette e non si possono uccidere in nessun caso, né durante l'attività venatoria, né in altre circostanze. Chi viene sorpreso a sparare alle poiane viene denunciato per il reato di abbattimento di fauna protetta, con il sequestro del fucile e di tutte le munizioni.

Anche uno splendido esemplare di barbagianni è stato salvato dagli operatori del parco regionale dei Castelli nella zona di Velletri: era finito in terra stremato in una zona agricola, avvelenato da pesticidi dopo aver mangiato in un campo. Tutti gli esemplari sono stati affidati al centro faunistico della Lipu a Roma per le cure e il recupero. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA