Roma, Natale fai da te: a viale Libia i negozianti pagano le luci. Colletta tra i commercianti per gli addobbi

Decorazioni già accese in viale Somalia, dall’8 anche nelle altre strade principali

Roma, Natale fai da te: a viale Libia i negozianti pagano le luci
di Fabio Rossi
3 Minuti di Lettura
Domenica 27 Novembre 2022, 23:17 - Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 08:51

Mentre nel centro storico si accendono le luminarie e si inaugurano gli alberi di Natale - venerdì scorso l’inaugurazione in piazza di Spagna, via Condotti e via del Babuino - nel quartiere Africano i commercianti si organizzano da soli. D’altronde da queste parti ci sono importanti arterie a vocazione commerciale, con gli esercenti che tradizionalmente vedono nel periodo natalizio un momento fondamentale per la propria attività. «Ed è importante creare un ambiente che valorizzi il momento e sia attrattivo per i clienti, come sanno fare molto bene in altre città e all’estero», spiega Giulio Anticoli, presidente dell’Associazione botteghe storiche di Roma e titolare di un noto negozio di abbigliamento di viale Somalia.

Roma, Gualtieri: «Senza fondi per la Metro effetto devastante per il futuro della Capitale»

LA MAPPA

I commercianti si sono tassati, organizzandosi per installare le luminarie e chiedere le necessarie autorizzazioni. I primi ad accendere le luci sono stati proprio quelli di viale Somalia, l’asse di collegamento tra il quartiere Africano e la Salaria: un motivo fisso per adornare i marciapiedi della strada con piccoli archi, più gli addobbi luminosi dei singoli esercizi. «Ci siamo tassati per rendere la strada ancora più bella in vista del Natale», sottolinea Anticoli. Situazione simile anche sulla direttrice centrale del quartiere: quell’asse viale Libia-viale Eritrea che, negli ultimi anni, sta faticosamente tentando di riconquistare il suo tradizionale ruolo tra i poli commerciali della Capitale. Qui i negozianti hanno versato 120 euro a testa per illuminare la strada. L’accensione delle luminarie è prevista per l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata: resteranno attive per un mese, fino a domenica 8 gennaio. Vista la crisi energetica, però, le luci del quartiere Africano verranno spente ogni giorno a mezzanotte, per poi riattivarsi al tramonto.

 

LA SITUAZIONE

Intanto, nel cuore della Città eterna l’atmosfera natalizia è sempre più evidente anche dalle luminarie stradali. Da tre giorni addobbi luminosi colorati di giallo, oro e blu, corrono nelle principali strade commerciali del Tridente. A fare la parte del leone, sul fronte delle decorazioni luminose, sarà come sempre l’asse piazza Venezia-via del Corso. L’8 dicembre, come da tradizione, sarà inaugurato l’albero di Natale di fronte al Vittoriano, sponsorizzato da Acea, addobbato con luci a basso consumo: in totale centomila luci Led e 800 sfere natalizie. Tutto sarà alimentato da un impianto fotovoltaico, che fornirà energia anche alle luminarie di via del Corso. Dopo l’accordo con Bulgari per via Condotti e piazza di Spagna, progetti analoghi sono stati perfezionati dal Campidoglio con Fendi in largo Goldoni e con le associazioni dei commercianti in piazza San Lorenzo in Lucina e in piazza Navona. Iniziative per il periodo natalizio sono state portate avanti anche dai singoli Municipi, insieme alle associazioni dei quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA