M5S, il sindaco di Pomezia Fucci su Fb rivela: anche io indagato, ma già tutto archiviato

Venerdì 13 Maggio 2016
2

«Sapete cosa è successo? Anche io ho ricevuto un avviso di garanzia ma è già tutto archiviato. Chissà come mai nessuno ne ha parlato prima. Pensate che disastro se mi fossi dimesso per un avviso di garanzia basato su accuse inconsistenti e reati inesistenti!». Lo scrive sulla sua pagina Fb il sindaco di Pomezia, Fabio Fucci che apre un caso: «Ormai siamo all'occultamento degli avvisi di garanzia», lo attacca Walter Verini, capogruppo Pd nella commissione Giustizia di Montecitorio.

Così Fabio Fucci: «Noi sindaci del MoVimento 5 Stelle siamo sindaci di frontiera. Ci vuole coraggio ad amministrare città che il PD ed altri hanno devastato. A noi del Movimento 5 Stelle spetta il compito di risollevare le città dalle macerie. Sapete qual è il bello? Che ci riusciamo». Nel post, scritto prima della sospensione del M5s nei confronti del sindaco di Parma, Fucci rivolge «un abbraccio a Federico Pizzarotti e Filippo Nogarin Sindaco di Livorno. Conosco le difficoltà che affrontate quotidianamente ed apprezzo i risultati che state conseguendo» scrive.

Il Pd Verini chiede spiegazioni: «Di grazia, possono Fucci e i dirigenti pentastellati spiegare ai cittadini di che si tratta? Il Direttorio 5 Stelle era informato?», aggiunge. «In nome della trasparenza ci saremmo aspettati un atto chiarificatore, se possibile. Gli avvisi di garanzia sono un istituto di tutela ma ci sembra di capire che il sindaco Fucci e il Movimento 5 Stelle si siano vergognati di questa vicenda tanto da tacerla. Un fatto gravissimo».

Fucci ha poi pubblicato un videomessaggio su Facebook in cui denuncia: «Quello che si sta vivendo in questi giorni è proprio un attacco ai sindaci del Movimento 5 Stelle». Fucci, eletto nel 2013, parla di «fatti avvenuti a dicembre del 2013, l'archiviazione è stata disposta dal giudice ad aprile del 2016. Non c'è alcun reato». «Ho ricevuto una querela-denuncia da un'agenzia funebre di Pomezia - dice Fucci nel video -, il Tribunale ha aperto un'indagine nei miei confronti, una indagine preliminare». «Questa agenzia mi contestava diversi tipi di reato, prima perché avrei impedito la sepoltura di un defunto - l'articolo che richiama il turbamento di funerale o servizio pubblico -, poi mi si addebitava il rifiuto e l'omissione di atti d'ufficio - racconta il sindaco M5S - e anche il reato di diffamazione per delle dichiarazioni a mezzo stampa che hanno seguito quell'episodio. Praticamente mi dipingevano come un mostro. Tutti questi reati sono stati ravvisati inesistenti sia dal pubblico ministero che dal giudice, che ha poi disposto l'archiviazione». Al termine del video scorrono i documenti del Tribunale di Velletri (Roma).

«Noi (sindaci di M5S, ndr) siamo sottoposti a questo tipo di denunce - ha detto ancora Fucci - e ho il forte sospetto che queste persone siano state portate a muovere nei miei confronti una denuncia, magari spinte dalle parti politiche a noi avverse, vista l'infondatezza e l'assurdità delle accuse». «A noi spetta di recuperare situazioni anche complicate, città che devono risorgere dalle macerie - conclude - e questo comporta quotidianamente dei rischi da parte nostra. Ma il bello è che ci riusciamo».

Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA