La neve sbianca i Castelli Romani: notte di lavoro per spargisale e Vigili del fuoco

Giovedì 1 Marzo 2018
Spargisale in azione  ai Castelli (foto: LUCIANO SCIURBA)
La tanto temuta seconda ondata di neve e gelo prevista dai meteorologi su Roma e provincia è tornata nella serata di ieri. Per tutta la notte sono stati al lavoro i mezzi spargisale in molti comuni dei Castelli Romani, le situazioni più critiche a Rocca di Papa e Rocca Priora, i centri più alti, dove sono ancora in corso le operazioni di spargimento del sale e rimozione neve e ghiaccio in molte strade. A Rocca Priora, il sindaco Damiano Pucci ha disposto la chiusura delle scuole per la giornata di oggi, per via del pericolo ghiaccio, e si stanno controllando tutti i plessi scolastici per la eventuale riapertura di domani. I volontari della protezione civile in molti comuni hanno lavorato ininterrottamente da ieri sera e sono ancora in stato di allerta, i vigili del fuoco di Roma e provincia hanno operato oltre 100 interventi tra ieri sera e stamattina per alberi caduti, strade ghiacciate e altre situazioni di emergenza dovute al gelo.
 
Ultimo aggiornamento: 12:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA