Carpineto Romano, toro si aggira di notte tra le case nel centro del paesino alle porte di Roma

Mercoledì 1 Agosto 2018 di Veronica Cursi
8

Girano indisturbati di giorno e di notte. Decine di animali “randagi” che a Carpineto Romano, paesino di montagna alle porte di Roma, non sono gatti o cani. Ma mucche, cavalli, persino tori. Animali che liberamente pascolano per il territorio comunale in ogni angolo,  anche lì dove non è permesso stare neppure alle persone, nei giardinetti pubblici, nel complesso sportivo. L'ultimo video è di stanotte, ripreso dal cellulare di un residente affacciato dalla finestra di casa: un toro si aggira a mezzanotte tra i portoni nel paesino addormentato a quell'ora. Il suo muggito fortissimo risuona tra le strade e tiene svegli gli abitanti. «Non ne possiamo più», si lamenta chi vive in questo territorio che si affaccia sui monti Lepini.

LEGGI ANCHE Cinghiali al parco tra i bambini a Grottarossa, Roma sempre più bestiale

Un fenomeno che a Carpineto è diventato un'emergenza da anni. Non solo per questioni di di degrado ma a anche, e forse soprattutto, per problemi di sicurezza pubblica. Gli animali circolano sulle strade con evidente pericolo per loro ma anche per gli automobilisti. Gli incidenti sono frequenti, tanto che un anno fa  il Comune ha ottenuto "licenza di uccidere" per i bovini inselvatichiti. Ma  gli animali continuano a riprodursi e la situazione si fa sempre più allarmante.

 

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“No” ai botti killer di cani e gatti: una campagna tra gli studenti

di Marco Pasqua