Formello, acquistano articoli idraulici con assegni rubati: denunciati due romani

Martedì 27 Novembre 2018
Tempo fa avevano acquistato materiale idraulico, del valore complessivo di oltre 2.100 euro, in due esercizi commerciali e avevano pagato con 2 assegni risultati rubati. A scoprire la truffa sono stati i carabinieri della Stazione di Formello che hanno preso gli autori, due cittadini italiani, ora accusati di truffa e ricettazione. I due, entrambi romani, di 23 e 31 anni e con precedenti, erano riusciti ad appropriarsi di un dispositivo idraulico dell'importo di 512,40 euro e di altro materiale termo-idraulico per un valore di 1.620 euro, pagando con due assegni risultati rubati. Nel primo caso, uno dei «furbetti» aveva telefonato al primo punto vendita raggirato presentandosi all'addetto come cliente abituale e, dopo aver richiesto della merce specifica, aveva avvisato il
commerciante che avrebbe inviato, di lì a poco, il figlio per il pagamento e per il ritiro.

Pochi minuti dopo, il fantomatico figlio dell'uomo si era presentato nell'esercizio commerciale, presentando in cassa un assegno in bianco, recante il timbro di una ditta a cui, come è emerso solo successivamente, il titolo era stato trafugato. Successivamente, i «soci» si sono presentati in un secondo negozio dove hanno acquistato merce per conto, a loro dire, della ditta firmataria dell'assegno. I successivi approfondimenti eseguiti dai militari hanno consentito di accertare che i titoli di pagamento erano stati rubati. Nel corso delle indagini, i carabinieri sono riusciti ad identificare i due italiani quali autori del reato, denunciandoli alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli, che li ha rinviati a giudizio per i reati a loro contestati. © RIPRODUZIONE RISERVATA