Roma, i distributori più economici al quartiere Trieste, sulla Colombo e in periferia. I più cari su Gra, lungotevere e Nomentano

Roma, i distributori più economici al quartiere Trieste, sulla Colombo e in periferia. I più cari su Gra, lungotevere e Nomentano
di Raffaella Troili
2 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Febbraio 2022, 14:31 - Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 17:38

Ore 11.07 di oggi, sale il prezzo della benzina, alti e bassi che riguardano sempre le stesse zone. Dicevamo, oggi i distributori meno cari (primo dato benzina, secondo gasolio, entrambi in modalità self) i romani potevano trovarli a piazza Annibaliano (1.739; 1.599), via Prenestina (1.649; 1.499), via Cristoforo Colombo (1.778; 1.688), via di Portonaccio (1.789; 1.689), via Casilina (1.779; 1679), via di Torrevecchia (1.779; 1.669), via Mattia Battistini (1.779; 1.659).

I distributori più cari

Al contrario sempre in base ai dati elaborati dal Codacons in base alle rilevazioni fornite dal sito del Minister dello sviluppo economico, i distributori più cari si registravano a piazza Galeno (2.039; 1.929), sull'A1 Milano-Napoli direzione Roma nord (1.958; 1.855) e sull'A1 Milano-Napoli direzione Roma Sud (1.958; 1.855); ancora: su Via Merulana (1.949; 1.829); sul Gra altezza Selva Candida (1.927; 1.828) sempre sul Gra altezza Pisana interna (1.924; 1.784), sull'Autostrada A91 Roma-Fiumicino (1.919; 1.779), in via Sicilia (1.964; 1.855), sul lungotevere (1.919; 1.799), su via di Settebagni (1.964 1.844).

"Proseguono anche nella capitale i rincari di benzina e gasolio, con i listini della verde che, in modalità self, viaggiano spediti verso i 2 euro al litro, in media +24% rispetto allo scorso anno, mentre in modalità "servito" i prezzi hanno già abbondantemente sfondato tale soglia psicologica - afferma il portavoce Codacons, Stefano Zerbi - Si tratta di un vero massacro per le tasche delle famiglie, che su base annua si ritrovano a spendere oggi oltre 400 euro in più a nucleo solo per i maggiori costi di rifornimento. Ma il caro-benzina sta provocando anche rialzi dei listini al dettaglio per una moltitudine di prodotti, a partire da alimentari e ortofrutta: questo perchè l'85% della merce che troviamo in vendita nei negozi e nei supermercati viaggia su gomma, e i prezzi dei beni risentono in modo diretto dei maggiori costi di trasporto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA