Roma, a Villa Celimontana un'estate di jazz & dintorni (ma anche di omaggi)

Louis Armstrong
di Fabrizio Zampa
10 Minuti di Lettura

Sta riaprendo tutto, alla faccia del Covid, e giovedì 10 riapre anche Villa Celimontana, o meglio la rassegna estiva di jazz & dintorni Celimontana Village, che svolgendosi all’aria aperta nel vasto e verdissimo parco del Celio offre al pubblico, a proposito di contagi, una maggior sicurezza. L’ingresso è in via della Navicella 12, informazioni al numero 3490709468. Vi facciamo subito un riassuntino del programma: ci  saranno un omaggio a Louis Armstrong (per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande Satchmo a New Orleans, il 4 agosto del 1901), tributi a Pino Daniele (se n’è andato nel gennaio di sei anni fa), a Ennio Morricone (scomparso il 6 luglio scorso), a Lucio Dalla (fulminato da un infarto il 1 marzo 2012 a Montreux) e a Gigi Proietti (morto il 2 novembre 2020) e  poi tante band e tanti musicisti che troverete sul palco ogni sera fino a domenica 22 agosto.

Apre una serie di appuntamenti raccolti sotto l’etichetta Roman Classic Jazz Festival e tutti a cura del chitarrista, bassista e bandleader Lino Patruno: giovedì con la Cotton Club Orchestra diretta da Remo Izzi, venerdì 11 con il quintetto dell’attore e vocalist Riccardo Mei, sabato 12 con la band Musiké e con il gruppo Jazz Show di Patruno, domenica 13 con i Musiké e con l’omaggio a Armstrong di Gianluca Galvani (cornetta), Michele Pavese (trombone) e Sebastiano Forti (clarinetto) , lunedì allo swing con Greg (Claudio Gregori) & The Five Freshmen, martedì al jazz tradizionale dei Dixie Flyer Passenger con la vocalist Cecilia Panichelli.

 

Mercoledì 16 è di scena la band dei Soulpeanuts, formazione che prende il nome da Soul Peanuts, famoso brani di Dizzy Gillespie degli anni 50,  giovedì 17 sono sul palco Max Paiella, vocalist e condutture in radio di Il Ruggito del Coniglio,  e il gruppo The Rabbits, venerdì 18 Live Moods (pillole di teatro da mezz’ora l’una), sabato 19 presentazione del libro Lucio Dalla di Ernesto Assante e Gino Castaldo, con il vocalist Saverio Martucci, domenica 20 nel pomeriggio suona la Mississippi Music School e la sera tocca al rock della band dei Las Vegas.  Lunedì 21, giorno della Festa della Musica, si parte alle 11 con la Mississippi Big Band e si finisce a notte inoltrata con lo swing di Greg. Martedì 22 si balla altro swing con la band del batterista Alberto Botta, mercoledì 23 giugno il vocalist e pianista Max Maglione propone il suo album Metà di me, inciso insieme al trombettista Fabrizio Bosso per la Casa di Peter Pan Onlus.

Venerdì 25 arriva il soul di Samantha Iorio, vocalist che è stata al fianco di Mario Biondi e che presenta il suo progetto The Lady in Soul. Sabato 26 alle 16 soul con Samantha Iorio e alle 22 tributo al sassofonista americano Benny Golson (oggi novantaduenne) con il settetto del trombettista Lorenzo Soriano. Domenica giornata piena con brunch: alle 12 Max Paiella racconta il chitarrista  Django Reihnardt, alle 16 suona la Mississippi Music School e alle 22 serata rock’n’roll con il cantautore romano Samuel Stella e la band dei Muddy Brothers. E ancora, lunedì 28 rock con Greg, Claudio Gregori, e la band The Rockin’ Revenge. Martedì 29 la Dr Jazz & Dirty Bucks Swing Band propone un incontro fra New Orleans e la sua  città, Benevento: sono il chitarrista e vocalist Alfredo Verga, il bassista Alessandro Panella, il sassofonista Ettore Patrevita, il pianista Antonello Rapuano e il batterista e percussionista Luciano De Ioanni.

Mercoledì 30 si canta: alle 16 è di scena un live della Valeria Rinalda Music School, mentre alle 22 il vocalist Gianluca Guidi (per chi non lo sa, è il figlio di Johnny Dorelli e ci sa fare)  interpreta con la sua formazione una raccolta dei successi di Frank Sinatra. Il giorno dopo arriva una protagonista di X Factor: è Marika Lermani, viene da Policoro, Basilicata, e canta grandi standard italiani ma soprattutto americani. Venerdì 2 luglio è la volta di Les Chat Noirs: la vocalist Clara Simonoviez, il chitarrista Augusto Creni, Primiano Di Biase alla fisarmonica e Renato Gattone al contrabbasso offrono un viaggio nella musica della Parigi degli anni 40  in un’atmosfera leggera e divertente.

Sabato 3 luglio alle 16 c’è la Mississippi Music School e alle 22 è in concerto la vocalist norvegese Nina Pedersen, che vive a Roma da oltre vent’anni e si muove fra jazz e tradizione scandinava. Domenica 4 altra giornata piena: alle 12 dixieland con Lino Patruno, alle 16 torna la Mississippi Music School, alle 17.30 c’è Musicisti in Erba, cioè il concertino dei piccoli, e alle 22 per Bevo Solo Rock’n’roll suona Marco Liotti con la band dei Fifty Fifty. Lunedì 5, come ogni inizio settimana, c’è Greg, stasera con la band Statale 66. Martedì 6 torniamo al leggendario Louis Armstrong: a 50 anni dalla sua scomparsa gli rendono omaggio i trombettisti Davide Richichi e Lorenzo Soriano con il loro gruppo.  Mercoledì 7 luglio è la volta degli Adika Pongo, cinque musicisti romani che tra funk e pop-soul alternano cover di brani famosi e loro composizioni. Giovedì 8 luglio arriva Flowin’ Chords, progetto corale nato al Saint Louis College of Music sotto la direzione di Margherita Flore: sono una trentina fra soprani, mezzosoprani, contralti, tenori, bassi e una sezione ritmica. Venerdì 9 luglio torna Live Moods e alle 22 suona The Red Cats Big Band. Sabato 10 alle 12 Attilio Berni racconta la storia del sassofono, alle 16 torna la Mississippi Music School e alle 22 Gigi (la vocalist Pamela Lacerenza) e gli otto musicisti della Nowadays Orchestra offrono il repertorio dei primi musical e dei cabaret della storica Broadway. Domenica 11 alle 12 viaggio nella musica brasiliana a cura di Mafalda Minozzi, alle 16 ritorna la Mississippi Music School, alle 17.30  c’è Musicisti in Erba, il concertino dei piccoli, e alle 22, per Bevo solo Rock’n’roll, concerto dei Newtones: sono Clem Bernabei (piano e voce), Damiano Proietti (contrabbasso) e Fabrizio Poggi (batteria).

Lunedì 12 luglio è il turno di Greg, che  stavolta allo swing preferisce il flamenco: con lui una band spagnola, Flamenco del Patio, con contorno di chitarristi e ballerini. Martedì 13 alle 21 dimostrazone della Scuola di ballo Savoy Swing e alle 22 concerto della Bixie Big Band diretta dal trombettista Carlo Capobianchi. Mercoledì 14 live è la volta del compositore, vocalist, chitarrista e produttore Mike della Bella, che con la sua band (le vocalist Nanà Petrossi e Chiara Stroia. le chitarre di Daniele Trissati, le tastiere di Mauro Scardini, il basso di Marco Pistone e la batteria di Francesco Isola) presenta il nuovo album del suo Project. Giovedì 15 luglio alle 22 c’è uno spettacolo su Ennio Morricone del regista e musicista Stefano Reali con la sua formazione. Venerdì 16, dopo Live Moods, concerto della Red Cats Big Band.  Sabato 17 alle 12 la Scoop Jazz Band celebra Louis Armstrong, alle 22 live degli Aristogattoni: sono Renato Gattone  (basso), Gianluca Galvani  (cornetta), Gian Piero Lo Piccolo (sax e clarinetto), Stefano Scartocci (pianoforte) e Gianluca Perasole (batteria). Domenica 18 luglio alle 12 Lino Patruno racconta la Swing Era, alle 22 per Bevo solo rock’n’roll concerto dei Four Vegas.

Coraggio, poco più di un mese e abbiamo finito. Lunedì 19 luglio c’è lo swing di Greg, stasera insieme alla Coliseum Jazz Gang.  Martedì 20 dimostrazione della Scuola di ballo SwingHaus e alle 22 swing con il quartetto del vocalist e chitarrista Marco Ricciardi. Mercoledì 21 luglio alle 22 sono in palcoscenico la vocalist Nadia Natali e il chitarrista Alberto Laurenti con DeCore, viaggio nella canzone romana.  Giovedì 22 tocca ai Gemelli di Guidonia (i fratelli Pacifico, Gino e Eduardo Acciarino, li avete visti da Fiorello) insieme agli Aristogattoni. Venerdì alle 21.30  Live Mood e alle 22 live della Kisito Band, gruppo di afroreggae del Senegal. Sabato 24 alle 22 swing all’italiana con i Carosoni: Alessandro Contini (voce),  Primiano Di Biase (piano), Franco Santodonato (tromba), Luca Rizzo (sax), Massimiliano Pischedda (basso) e Francesco Bonofiglio (batteria). Domenica 25 luglio alle 12 Stefano Reali e Maurizio Mattioli raccontano la canzone romana, alle 22 per  Bevo solo rock’n’roll live della band  Elvis & the Last Sparrow, guidata da Elvis Mattera.

Lunedì 26 torna Greg con la band The Rocking Revenge: rock anni 60 con Andrea Pesaturo (chitarra), Clem Bernabei (piano), Ivano Sebastianelli (basso) e Riccardo Colasante (batteria). Martedì 27 dimostrazione alle 21.30 della Scuola di ballo Swing Soul e alle 22 swing con il quartetto del cornettista Gianluca Galvani. Giovedì 29 la Scoop Jazz Band (Fatimah Provillon, voce; Alessandro Tomei, sax e clarinetto; Mirko Locatelli, piano; Roberto Ceccarelli, basso; Gianluca Costa, batteria) rende omaggio a Fred Buscaglione. Venerdì 30 alle 21.30 Live Mood e alle 22 l’ottetto del trombonista Massimo Pirone, con la voce di Clara Simonoviez, propone grandi standard della canzone americana. Sabato 31 alle 12.00 Valeria Rinaldi canta le donne del jazz, come Doris Day e Judy Garland, alle 22 jazz europeo manouche con Hot Club Roma: Giorgio Tirabassi chitarra e voce; Moreno Viglione e Gianfranco Malorgio, chitarre; Gian Piero Lo Piccolo, clarinetto; Marco Loddo, contrabbasso. Domenica 1 agosto: alle 12 tutta New Orleans a cura di Lino Patruno. alle 22 per Bevo solo Rock’n’roll concerto dei Red Wagons, band nata nel 1998 e guidata dal pianista e vocalist Marco Meucci, che mescola rhythm & blues nero anni ’40 e ’50, boogie woogie, jump blues, rock’n’roll e swing.

Nuova settimana: lunedì 2 agosto alle 22 tornano gli Adika Pongo, funk e pop-soul. Martedì alle 21 dimostrazione della Scuola di ballo Swingn’ Soda e alle 22 concerto dello Swing Quartet della vocalist Francesca Faro. Mercoledì 4 alle 22, per i tributi ai 120 anni dalla nascita di Armstrong, tocca al capitolo Ella & Louis, che ha visto nascere splendidi album dalla coppia formata da Satchmo e da Ella Fitzgerald, ancora oggi insuperabili.  Giovedì 5 alle 22 concerto del Flamenco Jazz Quartet del chitarrista e compositore Riccardo Ascani. Venerdì 6 alle 21.30 c’è Live Mood, alle 22 suona lo Young Art Jazz Ensemble diretto dal trombonista Mario Corvini. Sabato 7 alle 22 il regista Stefano Reali ricorda il grande Gigi Proietti. Domenica 8 alle 12 c’è ancora Stefano Reali che racconta il compositore Cole Porter, mentre alle 22, per Bevo solo rock’n’roll, live di  Marco Liotti con la band dei Fifty Fifty.

 Lunedì 9 agosto torna Eddy Palermo,  uno straordinario chitarrista romano che ha vissuto e suonato anni e anni in Brasile e arriva a Roma con il suo Brazilian Trio per proporre un eccellente mix di jazz e samba, con arrangiamenti di brani storici dei maggiori autori del paese sudamercano. Martedì alle 21 dimostrazione della Scuola di ballo Feel that Swing e alle 22 concerto dello Swing Quartet della vocalist romana Valeria Rinaldi. Mercoledì 11 nuovo tributo in chiave jazz a Ennio Morricone, a cura del pianista e compositore napoetano Pino Jodice. Giovedì 12 è di scena un’altra vocalist jazz romana,  Chiara Viola, 35 anni, che presenta Until Now, uscito nel 2019 ma considerato il suo album d’esordio anche se ha frequentato il jazz per tutta la sua giovane vita. Venerdì 13 alle 21.30 c’è come ogni settimana Live Mood, e alle 22 la band dei Dumbo Station (sono il chitarrista Paolo Zou, il tastierista Benjamin Ventura, il bassista Stefano Rossi e il batterista Davide Savarese) presenta in concerto l’album The Bluest Note, inciso insieme all’MC di Brooklin Skyzoo. Sabato 14 alle 12 c’è la terza parte dell’omaggio di Lino Patruno a Louis Armstrong, mentre alle 22 è in concerto Le Chat Qui Pêche Orchestra, 7 musicisti che suonano il repertorio dei grandi maestri del jazz, ospite la voce di Clara Simonoviez. E domenica 15 proprio Clara alle 12 parla della musica francese, mentre alle 22 per Bevo solo rock’n’roll c’è la band dei Caltiki (tra rock, surf e rockabilly).

L’ultima settimana apre, lunedì 16 agosto, con il jazz manouche del Gypsy Trio, ovvero i chitarristi Moreno Viglione e Augusto Creni e il contabbassista Renato Gattone, che rileggono la tradizione anni ’30 e ’40 del leggendario chitarrista gitano Django Reinhardt. Martedì 17 alle 21 dimostrazione Scuola di ballo Swing Dream Factory e alle 22 live di The Red Cats Big Band. Mercoledì 18 agosto alle 22 ritorna  Moreno Viglione con la band The Funkromatics, mentre giovedì 19, alle 22, arriva il blues doc del pianista e vocalist  Mario Donatone, ovvero l’Highclass Blues, quello di prima categoria.

Venerdì 20, dopo il teatro veloce di Live Mood, arriva il vocalist e pianista Jim Porto, autentico virtuoso di quel mix fra ritmi sudamericani e improvvisazione ormai noto come jazz-samba. Jim, all’anagrafe Jorge Gonçalves Porto, viene da Rio Grande, la più antica città dello Stato di Rio Grande do Sul, non è più un ragazzo (è nato il 26 marzo 1953), vive in Italia da lungo tempo e ormai è un romano d'adozione. Ha una decina di album alle spalle (il primo, del 1983, lo fece con il trombettista Chet Baker, e uno dei più notevoli fu Live at the Blue Note Milano”, che nel 2006 testimoniò la sua passione di vecchia data per il jazz) e ha un profondo rispetto per i grandi compositori brasiliani con i quali è cresciuto e per gli artisti al cui fianco ha lavorato, da Joao Gilberto a Tania Maria, Gilberto Gil, Milton Nascimento, Jorge Ben e  altri. Sabato 21 agosto alle 12 bis del vocalist e pianista Max Maglione con il suo album Metà di me, inciso insieme al trombettista Fabrizio Bosso per la Casa di Peter Pan Onlus, mentre alle 22 è sul palco la vocalist Fabiana Rosciglione. E domenica 22 agosto alle 12 Stefano Reali racconta la storia del compositore George Gershwin. mentre alle 22, per Bevo solo rock’n’roll, arriva l’ultimo concerto. quello dei Four Vegaz. Starete freschi, nel verde lel palco. Buon diventimento, ci si rivede nel 2022.

Sabato 5 Giugno 2021, 19:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA