Tarocchi, segni zodiacali e miti a San Salvatore in Lauro

Venerdì 17 Luglio 2020 di Lucilla Quaglia
Tarocchi, miti e segni. Nella sontuosa cornice del Complesso di San Salvatore in Lauro si presenta il libro “E la Papessa chiese alla Luna”: articolato testo dello stilista astrologo Massimo Bomba, in giacca scura, che affronta i segni zodiacali parlando anche di storia e di arte. Visto che si tratta, citando l’autore, di una “stratificazione millenaria”. Il pomeriggio culturale organizzato da Luigi Sarpi, editore dell'opera proposta, è condotto dall'istrionico marchese Emilio della Fontanazza, in impeccabile giacca color panna.
Tra le numerose sedie, opportunamente distanziate, prendono posto personalità provenienti dal Vaticano, come il Prefetto Coadiutore del Capitolo della Basilica Papale di San Pietro, monsignor Jean Marie Gervais, e dall'aristocrazia come i principi Alessio Angelo-Comneno di Tessaglia e Giuseppe Grifeo di Partanna.

Direttamente dalla Toscana arrivano il conte Guido Anzilotti e il presidente del Consiglio Comunale di Castelnuovo di Garfagnana, Francolino Bondi. L'arte è invece rappresentata da Paola Crema Fallani, con mascherina chirurgica e collana importante, e dal pittore Giulio Gorga, in nero e sneakers bianche. Mentre la musica dal maestro Biagio Andriulli e il cinema dal regista Mimmo Verdesca.
E c’è, tra il folto pubblico intervenuto, perfino chi è legato al mondo dell'esoterismo come l'avvocato Antonella Sotira, in tubino scuro, promotrice di eventi culturali e presidente IusGustando, che per una passione trentennale per le carte divinatorie analizza, dal mondo dei Tarocchi, la Papessa richiamata nel titolo da Bomba.
Insomma tutta una profonda analisi di come l’uomo sia influenzato dai pianeti e su come, attraverso questo tipo di studio, sia possibile capire meglio noi stessi e il mondo che ci circonda.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA