Sogno Reloaded: Federico Vigorito porta in scena uno Shakespeare ostinatamente “sveglio”

La Compagnia SenzaConfine porta al Teatro della Visitazione il suo Shakespare “Reloaded” martedì 5 dicembre 2023.

Sogno Realoded: Federico Vigorito porta in scena uno Shakespeare ostinatamente sveglio
di Carmela De Rose
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Dicembre 2023, 11:02 - Ultimo aggiornamento: 15:51

Roma - La Compagnia SenzaConfine, approda al Teatro della Visitazione martedì 5 dicembre alle ore 21, con la sua rilettura di "Sogno di una notte di mezza estate" di William Shakespeare. Dopo il successo ottenuto nella suggestiva cornice del Parco Rupestre Lama d’Antico in Puglia e durante l'inaugurazione della stagione OFF al Teatro Sociale Fasano, "Reloaded" promette di catturare il pubblico romano con una versione inaspettatamente nuova e avvincente. Lo spettacolo, nato da un progetto di residenza estiva in Puglia, ha coinvolto 12 talentuosi ragazzi provenienti dall’intera penisola, regalando al pubblico un'interpretazione innovativa di uno dei classici più rappresentati nella storia del teatro mondiale.

La regia, firmata da Federico Vigorito, è stata supportata da David Marzi (trainer e acting coach) e Teresa Cecere (assistente alla regia), con l’obiettivo di coniugare sapientemente la freschezza dei giovani interpreti alla profondità della trama shakespeariana. Il testo, tra i più noti del drammaturgo britannico, è riletto alla luce di una rinnovata modernità, enfatizzata dalla giovane età del cast. La commedia infatti intreccia le storie di quattro amanti e creature fatate in una notte magica nel bosco. Hermia e Lysander sono innamorati, ma il padre di Hermia insiste sul matrimonio con Demetrio. Nel frattempo, Oberon, re delle fate, cerca di risolvere una disputa amorosa tra la regina Titania e un uomo trasformato in asino. Oberon ordina al suo fedele servitore Puck di usare una pozione magica sugli amanti umani, causando confusione e amore distorto. I quattro finiscono per innamorarsi l'uno dell'altro, creando situazioni comiche. Nel bosco, un gruppo di artigiani prova a mettere in scena una commedia per il matrimonio di Teseo e Ippolita. Puck gioca loro degli scherzi, trasformando uno degli artigiani in un asino. Alla fine, gli inganni si risolvono, e le coppie giuste si riuniscono, ma resta nell’aria qualcosa di inafferabilmente dolceamaro. Se per i più la commedia celebra l'amore, l'illusione e la magia, offrendo un ritratto onirico e divertente del potere dell'amore, non è così per Federico Vigorito: “Nel Sogno di Shakespeare non sogna nessuno, questa è la verità. Dal maniscalco al re, asini e fate, ognuno, ostinatamente, è sveglio.” Nel condividere la sua visione dell'opera, il regista prosegue: “Immagino lo spettacolo come una festa riuscita male alla quale partecipano tutti senza il minimo divertimento. Una dimensione tutt’altro che onirica anzi reale, ostile, utile solo alla prova che davvero desiderare di essere, desiderare di avere, può rivelarsi molto rischioso.” Il cast, composto principalmente da giovanissimi, vede la partecipazione di talenti promettenti, tra cui Maria BarnabaAlessandro BresciaAnnalisa CervelleraSabrina CordellaKevin DaoliSandra di GennaroDavid MarziAlessio PantaleoSonia PuglieseCostantino RicciDomingo Sibilio, e Ilenia Sibilio. Mentre la cura dell’ufficio stampa è stato affidato a Serena Spanò giovane critica teatrale appena sfornata dall’accademia d'arte drammatica Silvio D’Amico. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA