QC Terme punta sui giardini, nei centri le nuove suggestioni per la primavera-estate

QC Terme punta sui giardini, nei centri le nuove suggestioni per la primavera-estate
6 Minuti di Lettura
Sabato 28 Maggio 2022, 15:25

Come si declina un’esperienza di benessere in un viaggio sensoriale che si evolva nel tempo e che resti indelebile nei racconti? Questa è l’ambiziosa sfida di QC Terme spas and resorts che ha deciso in occasione della Spring Summer Season ‘22 di raccontarsi attraverso un’immagine volta ad amplificare l’allure dei giardini di tutti i propri centri. Vivere QC Terme, in tutti i centri e in qualsiasi stagione, significa anche poter riscoprire costantemente la forza persuasiva che i grandi spazi verdi, uniti alle strutture architettoniche di elaborato design, donano all’esperienza benessere elevando il paesaggio a poesia. Le vasche, gli spazi relax e i giardini, sono luoghi di puro edonismo dove il protagonista assoluto è il piacere del tempo per se stessi.

Tutte le opere di paesaggistica vedono il deus ex machina in Alessandro Bolis lungimirante, visionario ed eclettico direttore artistico del Gruppo che opera con appassionato coinvolgimento ed estro creativo sia negli interni sia nei giardini. I progetti da lui creati insieme al suo team, tutto interno al Gruppo QC Terme, sono forti di una storicità tramandata che risale alla madre dei due fondatori, Andrea e Saverio Quadrio Curzio, tenace amante della natura, che all’inizio dell’avventura di QC Terme ha sempre seguito personalmente la cura dei giardini delle strutture. Bolis, ispirato da questa suggestione, realizza non semplici spazi termali, bensì delle vere e proprie “cellule di rigenerazione energetica”. “Ogni angolo crea un effetto meraviglia, i giardini con il tempo diventano sempre più belli, questo è l’incantesimo della natura” - dice Alessandro Bolis che, oltre a creare nuovi spazi verdi, s’impegna a proteggere tutto ciò che le location già offrono alle strutture - “non solo giardini nuovi, ma laddove ci sono aree verdi storiche ci preoccupiamo di salvaguardarle, mantenerle e svilupparle.

Ne è un esempio il parco di QC Termeroma dove abbiamo fatto un importante censimento di tutta l’area verde (che conta più di 3 ettari) dove sono state catalogate oltre 180 piante di valore storico e monumentale”. Ad ammorbidire il nitore formale ma mai banale, delle strutture moderne che regalano ampi spazi ai giochi d’acqua, intervengono come autentici coup de théâtre le palette dei colori della natura regalate dai giardini creati ad hoc per ogni ambiente. Svariate nuance che mutano nel corso delle stagioni e che evocano l’atmosfera di pace dei parchi e delle riserve naturali. Tutti i centri QC Terme vantano ampi spazi esterni che non sono semplicemente un contorno verde, bensì vere e proprie componenti di una regia ben studiata. Seguendo un’attenta ricerca di quelle che sono le specie tipiche che crescono in quella zona e si ricreano luoghi non solo da guardare ma anche da vivere. Lo stesso giardino diventa così un tempio del relax che avvolge tutti i sensi. Ogni ambiente si traduce, per chi sa ascoltare, in una composizione musicale, fatta di suoni tonici come quelli del vento, dell’acqua, degli insetti o delle molteplici varietà di uccelli che si trovano nei parchi QC.

Gli ospiti stessi non sono semplici spettatori, ma – come lo strumentista in un’orchestra – prendono parte alla sinfonia naturalistica con il respiro rilassato, il battito calmo e il lento susseguirsi dei passi. “La salvaguardia dell’ambiente non è una velleità idealistica, ma un impegno che, come collettività globale, dobbiamo assumerci. Il verde è una ricchezza territoriale, sociale e culturale, che ha effetti benefici sull’umore delle persone, ne favorisce la creatività e la concentrazione” aggiunge Andrea Quadrio Curzio, CEO di QC Terme che prosegue: “Il verde non è più solo decorativo come elemento divisorio o di abbellimento, ma è essenziale anche per migliorare l’edificio e le sue funzionalità; dall’isolamento e schermatura dai raggi solari così come in alcuni casi una vera e propria barriera di isolamento acustico. Tutto nei nostri centri è pensato, studiato e realizzato per garantire il massimo relax; anche nelle aree comuni, ad esempio, i nostri muri perimetrali sono spesso sostituiti da monumentali vetrate a scomparsa che trasformano i locali in salotti en plein air”.

Uno spazio importante nei giardini lo trovano gli erbari e gli orti: “Da tempo realizziamo in tutti i nostri giardini degli erbari, nei quali si sviluppa un gioco di ri-scoperta e di ri-associazione di profumi, a volte inaspettati, a erbe e piante; voglio solo citare come esempio la salvia ananas che toccandola sprigiona, unito a quello classico, un sentore tipico del frutto, o come la menta banana.” – ci racconta sempre Alessandro Bolis – “Anche attraverso realizzazioni totalmente inattese in un centro benessere vogliamo risvegliare sensazioni ed emozioni, anche solo banalmente far capire che l’origano, la maggiorana e altre erbe officinali e spezie non crescono nei barattoli sugli scaffali ma negli orti dove il lavoro sapiente dell’uomo si unisce alla bellezza e alla meraviglia della natura.” A trasformare in prodotto queste peculiari sensazioni sono le ARIE: fragranze per l’ambiente uniche e ricche dove l’essenza spalanca le porte di universi nascosti, fatti di sensazioni inconsce, desideri e ricordi avvolgenti. Le stesse sono progettate per raccontare l’identità di ogni singola località attraverso i sensi e fare dell’emozione un viaggio indimenticabile, un vero e proprio ricordo da rivivere anche una volta tornati a casa. Per l’occasione è stata realizzata una capsule collection in edizione limitata rivestita di primavera per tutte le ARIE da 250ml. L’ultima nata in casa QC è ARIA di New York, un’essenza che si ispira al vissuto sociale di questa metropoli. I sentori di un circolo, per vivere e rivivere le esperienze: una club house ricca di pellami pregiati, di cuoio, di cognac invecchiato, di fuoco e di cenere dei camini, di pipa e di tabacco vanigliato. Due novità infine portano il passaggio dalla primavera all’estate ormai imminente. Aperiterme delle meraviglie Luci soffuse, melodie parigine e un tripudio di fiori: l’aperitivo tradizionalmente offerto nei nostri centri si veste di una nuova magia. Un’esperienza sognante e giocosa, pensata per coinvolgere i sensi e stupire, stimolando la creatività. Incantevoli corner invitano gli ospiti a sperimentare, creando profumati drink con erbe aromatiche dei nostri erbari e fruit shake, scegliendo tra gustose combinazioni di snack energizzanti e antistress e imparando a spillare la birra perfetta. Wonder Summer Festival It’s summertime.

I centri QC Terme sviluppano la propria vocazione alle meraviglie, in un susseguirsi di sorprese colorate e rinfrescanti. Paradisi d’acqua e di natura, che invitano a tuffarsi con spensieratezza nella stagione del divertimento e del relax. Dimensioni di benessere ovattate in cui il tempo scorre con regole nuove, tra rituali di bellezza, ice cream per il corpo e granite che per magia si trasformano in scrub, bagni di sole e gel rinfrescanti. Un’immersione in un mondo di colori e profumi, un gioco di sorprese per i sensi, scandito dalla luce del sole. Per celebrare la meravigliosa bellezza dell’estate in arrivo QC Terme ha desiderato invitare ospiti e amici per un Blooming Sunset nel giardino di QC Termeroma, con la gentile collaborazione di Ferrari Trento, Tassoni e Birra Baladin. Ospite a sorpresa ad allietare la serata di QC Termeroma la splendida voce di Bianca Atzei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA