Pigneto, un salto indietro nel tempo nel club di Duke Ellington

Alessandro Casella e Vera Dragone - Ellington Club, Pigneto. Foto Cosimo Sinforini
4 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Novembre 2021, 17:06

Chiuso per emergenza Covid appena dopo la sua inaugurazione, fu poi rimesso in moto esattamente un anno fa, durante la finta ripartenza autunnale che ha poi richiuso tutto con l’ennesimo DPCM, abbattutosi sul mondo della nightlife e dell’entertainment in maniera inesorabile per oltre un anno. Nel lungo periodo di serrande abbassate, l’Ellington Club non si è fermato, ha messo a folle il motore e ha atteso, grazie al sostegno di clienti, artisti e amici che oggi, anche grazie ad un crowdfunding, ritrovano il club retrò del Pigneto più luminoso e splendente che mai. L’occasione è quella delle grandi serate. Il consueto appuntamento del venerdì della Roma in retro-style, da sempre diretto da Vera Dragone e Alessandro Casella, lascia spazio alla nuova pièce di punta del venerdì sera, dal titolo “Never Again Kabarett”, un viaggio spettacoloso che vede tra i protagonisti l'attore e cantante Attilio Fontana e che avrà inizio il 5 novembre in prima nazionale, per poi andare in replica fino al nuovo anno, al 28 gennaio 2022.

“Never Again Kabarett”, diretto da Vera Dragone, è uno spettacolo nato da una sua idea insieme a Camilla Nigro e Miriam Gaudio, con protagonisti Attilio Fontana, Camilla Nigro, Miriam Gaudio Vera Dragone. Insieme a loro, le ballerine Lorena Noce Chiara Albi, dirette dai coreografi Paolo Di Caprio e Marco Rea, che danzano sulle note suonate dal vivo da Riccardo Balsamo al pianoforte, Lorenzo Remia alla chitarra, Hector Faustini al basso, Alberto Damieto alla batteria e Gianmarco Iaselli al sassofono, per gli arrangiamenti firmati da Riccardo Balsamo. Non mancherà neanche il burlesque, marchio di fabbrica della ditta Casella-Dragone che, nella serata della prima, accolgono la performer Giuditta Sin.

Due ore di puro intrattenimento, per uno spettacolo che unisce i numeri di varietà (nel senso più classico del termine), alle performance artistiche del teatro e della danza contemporanea, riproponendo chansons, cabaret berlinese, fino al sound pop di Achille Lauro. Un mash-up artistico e teatralizzato che conserva il suo allure teatrale, pur andando in scena in uno spazio che teatro non è.

La stagione è appena iniziata e il club di Via Anassimandro promette soprese, dal kabarett del venerdì alla stand up comedy del mercoledì, capeggiata da uno specialista come Saverio Raimondo, passando poi per gli appuntamenti musicali, come quelli di Emanuele Urso - The King of Swing o quelli dedicati al vinile, con il Pigneto Vinyl Fest protagonista ogni prima domenica del mese, curata da Francesco Bonaccorso. Per ogni ultima domenica del mese invece, c’è spazio anche per dieci selezionati espositori che riempiono il Pigneto District Market, appuntamento alla scoperta della filosofia consapevole del second hand e handmade. A partire dal 6 novembre cominceranno anche gli eventi di vinyl djset, dal titolo “Quelli del Micca Club”, con live music di Zooma Zooma Jive Band feat. Greg e con i deejays dello storico Micca Club: Luzy L, Misterstereo8, Dandy wOlly e Alessandro Casella, per una notte dall’eco soul, beat, surf, twist & doo wop, tra balli bollenti e le infiammanti esibizioni di Dixie Ramone. Sempre una volta al mese spazio anche allo swing, con Ellington Swing Dance Club, con musica dal vivo di Red Pellini and his Rhythm Boys. Prima e dopo il concerto si balla con il dj set di Gentleman Thief aka Emanuele Margiotta. Sarà a cadenza mensile anche l’evento Vincenzo Fesi and his Mama'Sway, con suoni della tradizione afro-americana suonata con le basi del rhythm’n’blues, per un viaggio nella musica della metà del secolo scorso.

Dal brunch al dopo cena, passando per l’aperitivo e i dinner show, l’Ellington Club ne ha per tutti i gusti, c’è solo da lasciarsi portare indietro nel tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA