Porte aperte alla Sapienza. Laboratori, visite guidate e mostre per “La notte dei musei”

Porte aperte alla Sapienza. Laboratori, visite guidate e mostre per “La notte dei musei”
3 Minuti di Lettura
Sabato 14 Maggio 2022, 12:20 - Ultimo aggiornamento: 12:25

Mostre e percorsi espositivi. E ancora: visite guidate e workshop. Dal tramonto, poi, in programma eventi musicali sulla terrazza del Rettorato. Dopo due anni difficili e complessi la Sapienza torna ad aprirsi per la notte dei musei. Dalle 15 alle 24 di questo sabato una full immersion tra i tesori dell’Ateno, che aprirà in via straordinaria 14 musei all’interno della città universitaria, ed un programma ricco di attività che attraversa i vari campi del sapere.

Una giornata dedicata alla rinascita, come spiega la Rettrice dell’Ateno Antonella Polimeni: «Sono particolarmente lieta che la Sapienza torni ad ospitare una manifestazione così importante e di grande attrazione a livello internazionale come la Notte dei Musei perché, finalmente, dopo due anni difficili e complessi l’Ateneo torna ad aprirsi al territorio offrendo a tutta la cittadinanza la cultura e il sapere che la Sapienza custodisce e coltiva da oltre 700 anni».

Dalle iniziative del pomeriggio, con spazio dedicato anche ai più piccoli tra cui con “L’orto dei bambini” (corner dell’Orto Botanico) che permetterà, terriccio e palette alla mano, ai piccoli scienziati di imparare a riconoscere i semi di tante piante e scegliere il loro preferito da portare a casa per vederlo germogliare, il programma si infittirà con l’avvicinarsi della sera.

Nel cuore del campus, presso il Palazzo del Rettorato, il MLAC Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, presenterà la mostra “La Sapienza fotografata”, dedicata alle immagini della città universitaria di Roma dal 1935. Al Museo di Scienze della Terra - che ospita anche la mostra in corso “Terra: che sorpresa!” - focus su uno dei fossili più iconici ritrovati nella campagna romana, a Ponte Galeria, e cioè il cranio del lupo più antico d'Europa: sono incluse attività hands-on in cui i visitatori potranno toccare con mano copie 3D del reperto.

Al Museo dell'Arte classica, il laboratorio "Che statua sei? Un algoritmo di intelligenza artificiale ti indicherà a quale statua assomigli". Per gli appassionati di tecnologia, full immersion nella ricerca applicata con Saperi&Co che apre le porte del Fablab Sapienza: a visitatori, grandi e piccini, sono proposte visite, mostre e workshop. E ancora: fuori dalla città universitaria i musei di Anatomia Comparata, Anatomia Patologica, Merceologia e Zoologia mostreranno al pubblico le loro meravigliose collezioni.

L’ingresso è libero e la partecipazione ai laboratori gratuita, consentito il parcheggio all'interno del campus. Il programma completo disponibile su www.uniroma1.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA