Epifania, tanti appuntamenti per i più piccoli, tra teatro, cinema e musei

Cenerentola e la scarpetta di cristallo
di Valeria Arnaldi
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Gennaio 2022, 18:55

È una giornata ricca di sorprese quella che Roma  riserva ai più piccoli, domani, nel giorno dell’Epifania, tra musei e mostre, spettacoli, musica, laboratori e incontri. Si comincia dall’arte. Musei e mostre sono regolarmente visitabili. Molti gli appuntamenti, dal Maxxi, con ben dieci esposizioni, da Salgado a Hirschhorn, da “Buone nuove. donne in architettura”  - qui il laboratorio “Lanterne della memoria” - all’esposizione di Cao Fei, fino a “Di mano di Jacopo da Puntorme. Disegni di Jacopo Pontormo nelle collezioni dell’Istituto centrale per la grafica”, che guarda alla meraviglia di studi e bozzetti.  E ancora, da Explora al “Balloon Museum” al Pratibus District, museo interamente dedicato a balloon, appunto, e arte “gonfiabile”. E così via, di sede in sede, anche con un articolato programma di visite tematiche e laboratori.

Al museo di Roma a Palazzo Braschi, alle 13.40, “A piccoli pezzi. Costruisci una immagine tassello per tassello”, laboatorio riservato ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni: dopo una breve visita alla mostra “Klimt. La secessione e l'Italia”, usando pietre, stoffe e cartoncini i giovanissimi impareranno a realizzare un mosaico. Il museo civico di Zoologia pensa ai bimbi, con il laboratorio “4 zampe nella calza”, riservato a partecipanti dai cinque anni di età, alle 17, per divertirti a decorare la calza, appunto, traendo ispirazione dal percorso museale.

Dalla terra al cielo. Alla stessa ora, al museo di Roma in Trastevere, l’incontro-spettacolo, per famiglie e non solo, “Il Dottor Stellarium e la stella del primo Natale”, per scoprire le tante ipotesi legate alla Cometa, in un suggestivo percorso tra scienza e tradizione, che prende le mosse da una speciale valigia con i suoi tanti tesori.

Si “gioca” ad arte a Palazzo delle Esposizioni, con la mostra “Toccare la Bellezza. Maria Montessori Bruno Munari” e il laboratorio dedicato, per bimbi da 3 a 6 anni, concepito per approfondire il tatto e le sue potenzialità espressive.

E sono più storie ad affascinare i piccoli - e non solo - anche sulla scena, in un ricco cartellone di spettacoli e narrazioni a tema. Grandi protagoniste le fiabe classiche, ma rivisitate Così al teatro Torlonia, “Le avventure di Pinocchio raccontate da lui medesimo”, sulle note della musica di Fiorenzo Carpi per il noto film-TV di Comencini.

Al Teatro Verde, “Cenerentola e la scarpetta di cristallo” di Andrea Calabretta, per la regia di Pino Strabioli, con attori e burattini, ambientata in un mondo di carte, in cui ogni personaggio racconta la sua versione della vicenda.

Fiabe classiche ripensate pure al Mongiovino, con “Il concerto di Cappuccetto”, da 1 a 5 anni, ispirato a “Cappuccetto Rosso, Verde, Giallo, Blu e Bianco” di Bruno Munari.

Favole ad alto “volume”, per un pubblico di tutte le età, anche al Brancaccio, con “Aladin. Il musical geniale”, di Maurizio Colombi, con Emanuela Rei nei panni di Jasmine e Giovanni Abbracciavento in quelli di Aladin.

Magia in primo piano al teatro Ghione, con lo show internazionale “Abracadabra la Notte dei Miracoli”, che porta in scena riunisce sette campioni dell'illusione. Padroni di casa, i Disguido, ossia Isabella R. Zanivan e Guido Marini, vincitori del Mandrake d’Or, l’Oscar della Magia. Tra gli altri, sul palco, Alain Simonov, campione russo di manipolazione, per la prima volta in Italia, e il campione del mondo Mario Lopez.

E ancora fiabe ma sulle punte, all’Atlantico Live, con Roma City Ballet Company per “Lo schiaccianoci”.

La Befana “visita” più luoghi. È al teatro Petrolini, con Elisa Forte in “Miss Befana”: che racconta di un concorso per aspiranti portadoni. Ed è al Tor Bella Monaca, con “La Befana vien di notte – Fiabe dipinte”, di e con Olimpia Alvino e Valerio Ribeca, che indaga la vita del personaggio, oltre l’Epifania. “Il Pandolce della Vecchina” è il titolo dello spettacolo al teatro San Carlino, dove la protagonista poi “arriva” davvero a fare merenda con i bambini.

Non manca il cinema. A cento anni dalla nascita di Emanuele Luzzati, Cinecittà lo omaggia con la rassegna “Animazioni d’autore 2021-2022  Speciale Luzzati”: domani, in programma, le proiezioni di “L’italiana in Algeri”, “Pulcinella (Il turco in Italia)”, “La gazza ladra”, nonché il laboratorio “La gazza ladra: rodovetri a tempo di musica!”, che permetterà di sperimentare la tradizionale tecnica dei rodovetri, appunto, per la creazione di animazioni.

Varie anche le mete per chi preferisce concedersi una passeggiata all’aperto. Al Parco della Musica, si potrà ancora visitare, per un giorno, il villaggio natalizio “Christmas World”, tra performance e pista sul ghiaccio. In piazza Navona, invece, dalle 17.30, proiezioni d’artista sulle facciate di Palazzo Braschi e di Palazzo Pamphilj nel progetto “AmoR, che move…”, a cura di Livia Cannella. Senza trascurare le suggestioni della visita immersiva in realtà aumentata al Circo Massimo con “Circo Maximo Experience”.

E non finisce qui. Tra le “sorprese” che la Befana porterà alle famiglie anche una serie di eventi per continuare la festa nel fine settimana. All’Auditorium Parco della Musica, venerdì, sabato e domenica, Juraj Valcuha – attuale Direttore Musicale del Teatro di San Carlo di Napoli –  sarà sul podio dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia per “Fiabe in Musica”.

Spazio pure ai laboratori. Alle Gallerie Nazionali di Arte Antica, sabato “Giovani architetti al museo”, in occasione della mostra “Una rivoluzione silenziosa. Plautilla Bricci pittrice e architettrice” alla Galleria Corsini. E domenica, “Eroi ed eroine a misura di bambino”, legato all'esposizione “Caravaggio e Artemisia: la sfida di Giuditta” a Palazzo Barberini. E molto ancora, tra musei, biblioteche, cinema.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA