Concerti a Roma dal 24 al 30 gennaio: si parte con Baglioni all'Opera, Greg canta Louis Prima

Claudio Baglioni
di Fabrizio Zampa
11 Minuti di Lettura
Domenica 23 Gennaio 2022, 20:35 - Ultimo aggiornamento: 20:36

LUNEDI’ 24 GENNAIO                       

Cantautori/Claudio Baglioni, dodici note al Teatro dell’Opera

«La musica, che è il più potente social network dell’umanità, aiuta a ritrovarsi e unirsi, a rendere il futuro una casa bella, luminosa, aperta e finalmente degna di essere abitata», dice Claudio Baglioni, e aggiunge che «rianimare le nostre vite con la musica, dopo il lungo, difficile e doloroso silenzio imposto dalla pandemia, significa ritrovare noi stessi, il senso del nostro cammino e dello stare insieme. Le dodici note, l’alfabeto del più universale, profondo e poetico dei linguaggi, costituiscono la chiave per comprendere noi stessi, gli altri e rendere il futuro una casa bella, luminosa, aperta e finalmente degna di essere abitata. Aveva ragione quel filosofo che sosteneva che la vita, senza musica, sarebbe un errore. La ripartenza del nostro Paese, allora, significa anche rimediare a questo “errore”, ritrovarsi e ritrovarci, grazie all’energia del social network rappresentato appunto dalla musica».

E’ così che il cantautore romano presenta il concerto “Dodici note solo” che lo vedrà da stasera, voce, pianoforte e altri strumenti, insieme alle composizioni più preziose del suo repertorio, protagonista di un racconto in musica, suoni e parole sui palchi di sessanta teatri lirici italiani, primo fra tutti quello romano. La sua è un'opera unica, totale e senza precedenti e lui spera di esibirsi dal vivo per il pubblico: «Confido di tornare presto allo spettacolo pre-covid, ma non è detto che non possano esserci altre situazioni interessanti dal punto di vista creativo per tornare a un altro tipo di formato come questo», dice.

Teatro dell’Opera, piazza Beniamino Gigli, ore 21

 

Cantautrici/Laila Al Habash e Marla Green al Parco della Musica

Laila Al Habash, 24 anni, di origini palestinesi ma nata a Monterotondo, è fra le artiste più interessanti dell’attuale scena romana. Ha alle spalle diversi singoli e un EP, “Moquette”, sta lavorando al suo primo album (un mix di rap, rhythm & blues e melodia) e stasera propone le sue canzoni pop eleganti e molto personali.

Marla Green, all’anagrafe Marla Rocca, anche lei romana, viene da una famiglia musicale, ha cominciato da bambina studiando il pianoforte, ha scritto canzoni prima in inglese e poi in italiano. Il suo è il pop della nuova generazione, mescolato con i suoni elettronici, con il gusto della canzone d’autore, con uno sguardo attento alle cose del mondo e a quelle dell’anima. Le due cantautrici si dividono il concerto di stasera.

Parco della Musica, viale De Coubertin, auditorium.com, Teatro Studio Borgna, ore 21

Jazz/All’Alex il pianista torinese Danilo Riccardi

Il pianista e compositore Danilo Riccardi, torinese trasferito in Abruzzo dove si è diplomato al Conservartorio dell’Aquila  (ma ha anche studiato alla Berklee Music School di Boston) è protagonista da solista della serata al club romano. Oltre ai suoi concerti compone musiche per colonne sonore e per varie trasmissioni televisive.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

MARTEDI’ 25 GENNAIO

Jazz/All’Alexanderplatz il New Experience Organ Trio

Un repertorio di brani originali e di arrangiamenti di famosi standard che coinvolgono gli spettatori perché la miscela latina, blues e jazz della band crea atmosfere entusiasmantgi e coinvolgenti: ecco il live del New Esperience Organ Trio, con il batterista Mauro Salvatore, il  chitarrista Luca Tozzi e il tedesco Oliver Von Essen all’organo e al pianoforte.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21                   

MERCOLEDI 26 GENNAIO                              

Blues Night/Al Charity il trio di Franco Vinci

Il vocalist e chitarrista Franco Vinci, in trio con Mimmo Catanzariti al basso e Meki Marturano alla batteria, propone un repertorio di brani originali, molti dal suo album “Boot Tip”, e rielaborazioni di standard del rock e del blues resi famosi da Ray Charles, Robert Johnson, Freddy King, ma anche di autori come Eric Clapton, Jimi Hendrix, J.J. Cale, Jeff Beck. Il tutto riadattato in una chiave personale con sonorità potenti e moderne.

Charity Cafè, via Panisperna 68, charitycafe.it, 06-47825881, ore 22ì

GIOVEDI’ 27 GENNAIO

Jazz/Al Charity il trio di Roberto Pentassuglia

Il trio formato dal chitarrista Roberto Pentassuglia, da Andrea Colella al contrabbasso e da Giampaolo Scatozza alla batteria propone brani tratti dall’ultimo disco del bandleader “Pensasonic” e alcuni standard della tradizione jazzistica rivisitati in chiave moderna.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 22

Jazz/Lo Ialsaxophone Ensemble torna live al Cotton Club

Torna una splendida formazione e insieme un laboratorio musicale in continua evoluzione, on the road da anni:è lo Ialsaxophone Ensemble guidato dal sassofonista Gianni Oddi, del quale non si può fare a meno di citare tutti i componenti. Che sono un fiume di sassofonisti, da Marina Acerra a Daniela Di Scala, Massimiliano Raffa, Carla De Virgilio, Peppe D'argenzio, Pierluigi Pisano, Adriano Piva, Danilo Lidano, Michele Piga, Lorenzo Mazzufferi, Giorgio Nuzzo, Biagio Orlandi, Bruno Menconi e Valerio Fiacchi. Avete idea del sound che viene fuori da una sezione di ben quindici sax, dal soprano all’alto, dal tenore al baritono? Con loro sono ospiti due colonne del nostro jazz, il trombettista Cicci Santucci e il pianista Antonello Vannucchi. Offrono un jazz da big band energico e ricco di sostanza e di qualità, e meritano (l'abbiamo già detto, e lo ripetiamo) una medaglia d’oro.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 22

Rock/Al Fonclea omaggio ai Rolling Stones con i Rockin’ the Stones

La band Rockin’ The Stones guidata dal vocalist Mario Biagini propone un tributo ai Rolling Sones. Con il leader suonano il chitarrista Fabio Maccheroni, il chitarrista e vocalist Marco Bellocco, il tastierista Marco Fagiolo, il bassista Alberto Biasi e il batterista Luca Biagini.

Fonclea, via Crescenzio 82a, fonclea.it, ore 21

VENERDI’ 28 GENNAIO

Jazz/All’Alexanderplatz Brandon Allen suona Thelonious Monk

Si chiama Misterioso Quartet la formazione guidata dal sassofonista e compositore Brandon Allen (australiano di Perth, ma da vent’anni a Londra), che con Andrea Rea al pianoforte, Dario Rosciglione al contrabbasso e Enzo Zirilli alla batteria ripropone le composizioni di Thelonious Monk opportunamente rilette per una serata speciale. Oltre che per le sue partecipazioni a RadioLondra (nel decennio scorso, in trasferta a Maison Musique), Brandon Allen è noto al pubblico italiano per la sua militanza nella band capitanata dal bassista californiano Kyle Eastwood, figlio del grande Clint.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

Jazz/Alla Casa Pirone suona il meglio di J.J. Johnson

Il bandleader e trombonista Massimo Pirone, con Marco Guidolotti al sax tenore, Felice Tazzini al pianoforte, Francesco Pierotti al contrabbasso e Bruce Ditmas alla batteria, rende omaggio a J.J. Johnson, illustre e amatissimo trombonista di Indianapolis che ha segnato la storia del jazz ed è scomparso nel 2001, e ad altri colleghi come Kai Winding, già partner di JJ in un famoso tandem di tromboni e morto nel 1983, Curtis Fuller (1934-2021) e Slide Hampton (1932-2021). Il suo è un tributo che ripercorre la carriera di Johnson con gli arrangiamenti originali adattati e trascritti per l’occasione.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-86781296, ore 21

Jazz/Al Cotton Club tributo alla vocalist Sade

La vocalist nigeriana Sade Adu, all'anagrafe Helen Folasade Adu (Ibadan, annata 1959, di base a Londra), si muove tra funk, jazz, soul e rhythm & blues, ha cominciato cantando con un paio di band funk inglesi e poi si è aperta una lunga strada con album come “Diamond Life”, “Promise” e “Stronger Than Pride”, fino al più recente “Bring Me Home” del 2012, per un totale di oltre 50 milioni di dischi. Nel 2013 la cantautrice e interprete Daniela Papale, innamorata del suo groove, ha cominciato a seguirla e ora le rende omaggio con la sua band Sadesongs: sono Michele Simoncini alle tastiere, Marco Ciancaglini alla chitarra, Stefano Scoarughi al basso e Antonio Vernuccio alla batteria.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 22

Jazz/Al Charity concerto del trio Butterfly

Butterfly è il trio formato dal chitarrista Bruno Marinucci, dal  contrabbassista Pierpaolo Ranieri e dal batterista Marco Rovinelli, musicisti di diverse provenienze incontrati a Roma, dove attualmente risiedono. E' l'evoluzione di un precedente progetto, il Bruno Marinucci Trio, attraverso il quale i tre musicisti hanno cominciato a confrontarsi con un repertorio di brani originali. Hanno diversi album alle spalle, si considerano un’entità a tre poli, senza un leader, e suonano in totale autonomia per favorire una maggiore libertà espressiva e temporale. Molto intensa l'attività concertistica che li ha portati in varie rassegne, come il Deltablues Festival di Rovigo con Seamus Blake e il Fano Jazz By the Sea in apertura del concerto di John Scofield.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 22

Rock/Tutti gli anni ’60 con i Rocches al Fonclea

Tutti i grandi classici del beat italiano degli anni 60, da Caterina Caselli ai Rokes, Mal & Primitives, Equipe 84, Dik Dik, Little Tony, ma anche grandi successi stranieri dell’epoca, dai Beatles ai Rolling Stones o ai Turtles: è il repertorio dei Rocches, che cantano tutti e sono Andrea Sanarica al basso, Fabio Maccheroni alla chitarra, Cristiano Sacchi alla chitarra e alle tastiere, Luca Biagini alla batteria e Alessandro Pescetelli alla chitarra e alle percussioni.

Fonclea, via Crescenzio 82a, fonclea.it, ore 21

SABATO 29 GENNAIO

Jazz/La chitarra di Francesco Bruno in concerto all’Alexanderplatz

Si intitola “Blue Sky Above The Dream” il progetto discografico che il chitarrista Francesco Bruno, in quartetto con il pianista Pierpaolo Principato, il contrabbassista Andrea Colella e il batterista Valerio Vantaggio, ha realizzato per l'etichetta slovacca Hevhetia e ha già presentato con successo nel nord Europa in molti jazz festival. I brani dei disco ruotano intorno a un'incessante alternanza di gioia e dolore, speranza e disillusione, nostalgia e sguardo al futuro, nella ricerca di un superamento degli stretti confini di appartenenza geografica o artistica.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

Jazz/Al Cotton Club Greg rende omaggio a Louis Prima

L’italo americano Louis Prima, vocalist, compositore e trombettista scomparso nel 1978, aveva un modo speciale di esibirsi, veniva da una famiglia di musicisti emigrati dalla Sicilia all’Argentina e poi a New Orleans, era soprannominato il Re degli Swingers, ha guidato le tendenze musicali del suo tempo passando da una formazione locale a una big band con la quale conquistò Las Vegas e poi a un gruppo pop-rock. Aveva una personalità a dir poco esuberante ed è passato alla storia grazie a hit come “Sing, Sing, Sing”, “Just a Gigolo”, “Buona sera” e “Angelina”. Stasera Greg, Claudio Gregori, che l’ha sempre ammirato, gli rende omaggio rileggendo i suoi successi insieme alla Zooma Zooma Jive Band, formazione swing romana con Attilio Di Giovanni al pianoforte, Carlo Ficini al trombone, Giorgio Cuscito ai sassofoni, Mario Caporilli alla tromba, Francesco Redig De Campos al contrabbasso e Alfredo Agli alla batteria.

Cotton Club, via Bellinzona 2, www.cottonclubroma.it 349-0709468, ore 22

Blues/Una notte con il quartetto di Marco Di Folco

Il sound del vocalist e chitarrista Marco di Folco propone un blues che mescola agli strumenti note scure tipiche di Chicago. L'impatto sonoro rivela un gusto morbido e equilibrato, una giusta ignoranza “stile Texas” che conduce a un finale deciso con raffinati cenni vintage. Con il leader suonano il chitarrista Emiliano Tremarelli, il contrabbassista David Pintaldi e il batterista Lorenzo Francocci.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 22

Tributi/”Battista per amico” con Anime Latine al Fonclea

Il vocalist Luca Vicari e la band Anime Latine (sono Carlo D'Alatri, Massimo Guelfi, Stefano Marazzi e Tiberio Ripa) ripropongono da parecchi anni “Battisti per amico”, viaggio nelle più belle canzoni di Lucio Battisti nei suoi anni d'oro.

Fonclea, via Crescenzio 82a, fonclea.it, ore 21

DOMENICA 30 GENNAIO

Jazz/All’Alexanderplatz Alan Soul Todrani & Alanselzer

Gli Alanselzer sono la band che affianca il vocalist Giulio Todrani, meglio noto come Alan Soul, vocalist di prim’ordine e famoso per le sue serate a base di soul, rhythm & blues, swing e funky. Nei recenti album di Giulio sono raccolti successi di star della black music come Otis Redding, Ray Charles, Smokey Robinson, James Brown, Tom Jones e così via, brani che ovviamente fanno parte del suo ricco repertorio. Insieme a Todrani suonano Ferruccio Corsi (sax alto), Mirko Rinaldi (tromba), Alfredo Posillipo (trombone), Muzio Marcellini (piano e tastiere), Claudio Trippa (chitarra), Maurizio Meo (basso elettrico) e Stefano Parenti (batteria), tutti come sempre in gran forma. Live da non perdere.

Alexanderplatz, via Ostia 9, alexanderplatzjazz.com, 06-86781296, ore 21

Jazz/Alla Casa masterclass e concerto con il Mat Trio

Il Mat Trio, ovvero il tenorsassofonista Marcello Allulli, il chitarrista  Francesco Diodati e il batterista Ermanno Baron, tiene la sua ultima masteclass di musica contemporanea per studenti o gruppi che abbiano già una preparazione musicale di un certo livello, che si conclude con un concerto a base di composizioni originali, standard jazz, corali di J.S. Bach, brani della tradizione folk e musica indiana.

Casa del Jazz, casadeljazz.com, viale di Porta Ardeatina 55, 06-86781296, ore 10.30, concerto dalle 12 alle 13.

Blues/Al Charity aperitivo rock, soul e folk con Andrea Angelini & c.

Chitarre a briglia sciolta, acustiche, elettriche, soliste e slide e un’armonica ululante: è la ricetta dell’aperitivo con il vocalist, chitarrista e armonicista Andrea Angelini e con il chitarrista Alfonso D'Amora, a tutto blues nel tardo pomeriggio domenicale.

Charity Cafè, charitycafe.it, 06-47825881, via Panisperna 68, ore 18.30

© RIPRODUZIONE RISERVATA