ROMA

Al Circo Massimo "Le quattro stagioni" su coreografia di Peparini e musiche di Vivaldi

Lunedì 27 Luglio 2020 di Valentina Venturi
La sindaca Virginia Raggi e il sovrintendente Carlo Fuortes al Circo Massimo (foto Giacomo Gabrielli/Agenzia Toiati)

Una serata al servizio della danza, del bello e dell'amore quella che si è svolta sabato scorso al Circo Massimo. Per la prima del balletto ideato sulla musica de “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi, la nuova creazione coreografica e registica di Giuliano Peparini ideata con l'allestimento curato dal teatro dell’Opera di Roma, la sindaca Virginia Raggi non è voluta mancare.

Accolta dal Sovrintendente Carlo Fuortes, in pantalone nero e pochette argento, la prima cittadina sorrideva compiaciuta. Sparsi per la platea si riconoscevano la direttrice del corpo di ballo del Teatro dell'Opera Eleonora Abbagnato accompagnata dal marito Federico Balzaretti, l'imprenditore Daniele Cipriani, la sorella del coreografo Veronica Peparini, l’assessore alle Infrastrutture Linda Meleo, il maetro Gianni Tangucci, Valentina Carrasco regista di “Les vêpres siciliennes” (I vespri siciliani) di Giuseppe Verdi, che ha inaugurato la scorsa stagione del teatro Costanzi e il coreografo Giorgio Mancini.

Prima che le luci si spegnessero e che la voce narrante di Alessandro Preziosi desse l’avvio alle danze, hanno preso posto anche Hugo Marchand étoile dell’Opera di Parigi, il regista Irish Braschi, la ballerina Gaia Straccamore, la direttrice della Scuola di danza Laura Comi, lo stilista Sylvio Giardina, la prima ballerina della Scala Virna Toppi, il presidente Teatro di Roma Emanuele Bevilacqua e Il ballerino Emmanuel Thibault. Si replica giovedì 30 luglio, domenica 2 e lunedì 3 agosto sempre alle 21.

© RIPRODUZIONE RISERVATA