La Grande Bellezza di Roma, al via domenica la visita virtuale dei luoghi del film

La Grande Bellezza di Roma, al via domenica la visita virtuale dei luoghi del film
4 Minuti di Lettura
Venerdì 14 Marzo 2014, 12:32 - Ultimo aggiornamento: 15 Marzo, 12:03

Tre itinerari per celebrare la Grande Bellezza di Roma.

Così il Campidoglio vuole rendere omaggio al film premio Oscar e alla Roma immortalata nei suoi fotogrammi proponendo tre itinerari che toccano i luoghi della pellicola. Nei tre itinerari sono compresi anche luoghi segreti, giardini e palazzi non sempre aperti al pubblico ma che domenica si potranno visitare. Il primo viaggio artistico parte dal Palazzo dei Penitenzieri ed arriva al Fontanone del Gianicolo, sfondo della scena iniziale del film.

Una domenica ecologica all'insegna della scoperta dei luoghi del film. Sul sito di Roma Capitale proprio da domani è disponibile un tour virtuale per i luoghi del film, che cittadini e turisti potranno fare comodamente seduti oppure passeggiando per la città, domenica interessata dallo stop alle auto all'interno della fascia verde, in occasione della «Domenica ecologica».

«Attraverso la proposta di un percorso e 31 schede descrittive ed originali i cittadini ed i turisti sono guidati alla scoperta di ciascun luogo, attraverso notizie storiche, riferimenti al film e informazioni pratiche che permettono di ottenere anche i permessi speciali per entrare all'interno dei siti più inaccessibili - spiegano dal Campidoglio - Un lavoro reso possibile grazie ai testi che lo storico dell'arte e scrittore Costantino D'Orazio, autore del libro 'La Roma Segreta del film La Grande Bellezzà (Sperling & Kupfer) ha gentilmente concesso all'Assessorato e che descrivono i palazzi privati, i giardini nascosti, le chiese e gli scorci inediti immortalati dalla cinepresa».

Il percorso sarà on line su www.comune.roma.it/cultura e su www.culturaroma.it e su www.turismoroma.it. I tre itinerari hanno durata differente, da due a tre ore, e offrono un ventaglio diverso di proposte.

Partendo dalla casa di Jep Gambardella, che affaccia sul lato sud dell'Anfiteatro Flavio, il monumento più celebre del mondo. A piazza Navona, Palazzo Sacchetti, in via Giulia, Palazzo Taverna - continua - E ancora il portone di Santa Maria del Priorato all'Aventino, col buco della serratura più famoso di Roma, alle sculture dei Musei Capitolini, dal cortile di Palazzo Altemps allo scalone monumentale di Palazzo Braschi, dalla Fornarina di Raffaello in Palazzo Barberini alla falsa prospettiva di Borromini in Palazzo Spada, fino al gruppo scultoreo dei Niobidi nel cuore di Villa Medici. Solo per citarne alcuni».

«Il film premio Oscar ci offre una grande opportunità - ha dichiarato l'Assessore alla Cultura Flavia Barca - quella di rilanciare Roma come set straordinario ed unico al mondo nella storia del cinema, e di scoprire la bellezza meno conosciuta. Questo percorso nasce dunque per regalare a cittadini e turisti nuove chiavi per aprire i portoni di Roma fuori dai tradizionali itinerari turistici e per visitare luoghi che spesso pensiamo non accessibili. Quale occasione migliore delle domeniche ecologiche, giornate importanti pensate perchè i cittadini si riapproprino della propria città godendo degli spazi culturali che Roma offre».

Si potranno visitare anche i Palazzi Sacchetti- Taverna - Altemps - Braschi Spada, PIazza Navona (con Palazzo Pamphili e Chiesa Sant'Agnese in Agone), i Muraglioni del Tevere da Ponte Sisto e il - Tempietto del Bramante.

Nel secondo le Terme di Caracalla, l'Aventino col Giardino degli Aranci, Santa Maria del Priorato Santa Sabina, Musei Capitolini, l'Angelicum, Palazzo Brancaccio, la Scala Santa, Cimitero monumentale del Verano, il Colosseo e la casa con vista sull'Anfiteatro Flavio nel film dimora di Jep Gambardella.

Il terzo itinerario comprende Palazzo Barberini, Via Bissolati, Via Veneto, Villa Medici, Villa Giulia. Inoltre domenica saranno straordinariamente aperte la Fontana dell'Acqua Paola e il Salone delle Fontane dell' Eur.