Roma, il Cinema America fa tris, arene anche a Ostia e Tor Sapienza: tra gli ospiti Carlo Verdone e Gigi Proietti

Roma, il Cinema America fa tris, arene anche a Ostia e Tor Sapienza: tra gli ospiti Carlo Verdone e Gigi Proietti
6 Minuti di Lettura
Martedì 29 Maggio 2018, 14:08 - Ultimo aggiornamento: 30 Maggio, 14:10

Non solo Trastevere, ma anche Ostia e Tor Sapienza. Il Cinema America fa tris con tre arene, tre schermi  per 201 serate a ingresso gratuito, 50 incontri con ospiti nei primi 60 giorni, 190 film, proiezioni in versione originale con sottotitoli.

Ecco i numeri di "Il cinema in piazza", l'iniziativa estiva del "Piccolo Cinema America" (1 giugno-8 settembre) presentata questa mattina alla WeGil di Trastevere alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. La Regione - con Romanatura e l'Osservatorio per la sicurezza e la legalità - è partner istituzionale del progetto.



Chiusa l'esperienza di piazza San Cosimato, l'America si allarga:«Vogliamo rompere il dualismo tra centro e la periferia» ha detto il presidente Valerio Carocci, illustrando le nuove location: il parco della Cervelletta, il Porto Turistico di Roma (sequestrato alle organizzazioni criminali), il cortile del liceo 'Kennedy'.

Il format, ha detto Carocci, sarà lo stesso di San Cosimato. Tra gli ospiti anche Luca Guadagnino, Matteo Garrone, Gigi Proietti, Asia Argento, Carlo Verdone, che sarà protagonista di un omaggio a Pietro Germi, ma anche Luca Zingaretti (omaggio a Michael Cimino), Riccardo Scamarcio (per Francesco Rosi) e Libero De Rienzo (per Bela Tarr). Sono in programma inoltre anche 12 rassegne e retrospettive e un evento speciale il 22 giugno con la Casa delle Donne. Il Cinema in Piazza arriva dopo tre anni di Festival a Trastevere, che solo nel 2017 ha visto 80 mila spettatori. «Piccolo Cinema America - ha detto il dg della Siae Gaetano Blandini - è riuscito a coniugare in una formula vincente la passione per la settima arte e l'amore per il territorio».


«Dalla periferia siamo partiti e in periferia torniamo - dicono i ragazzi del Cinema America -. Chi ci è nato e cresciuto, come quasi tutti noi, lo sa. Sa cosa significa macinare chilometri sui mezzi pubblici per raggiungere una libreria, un cinema, un teatro, un museo, o, più banalmente, un posto dove incontrarsi la sera con gli amici. E sa cosa significa sentirsi stretti in un quartiere tanto grande e popolato, eppure così povero di socialità e di cultura. Così anche noi abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e sostituire al vuoto e al silenzio la partecipazione. L’esperienza degli scorsi anni ha dimostrato come l’attività culturale e sociale non si ferma alla sola programmazione cinematografica di un’arena o di una sala, ma è in grado di rappresentare e promuovere una crescita, anche economica, di tutte le attività di un quartiere. La modalità dell’accoglienza, la cura nelle relazioni, la costruzione condivisa di un evento generano non solo una grande capacità di attrazione ai luoghi, ma anche nuove visibilità comunicative oltre i confini dei singoli territori. In quest’ottica, operare all’interno del progetto di rilancio del Porto Turistico di Roma rappresenta una sfida importante e significativa, che apre nuovi orizzonti nelle nostre prospettive future».

I PROGRAMMI

Arena di Trastevere
La rassegna si aprirà al Liceo Kennedy il 1° giugno con la proiezione di “Tutto quello che vuoi”, ambientato proprio intorno al liceo; a presentarlo saranno il regista Francesco Bruni, il maestro Giuliano Montaldo e l’intero cast. Nei due mesi di arena si alterneranno pellicole omaggio a Ingrid Bergman (il lunedì), retrospettive su Paul Thomas AndersonDarren Aronofsky (il martedì) e Woody Allen (la domenica), la rassegna horror curata da Dario Argento (il mercoledì), i film Disney e Pixar (il sabato). 

Martedì 10 Luglio è prevista la straordinaria partecipazione del maestro Gigi Proietti per la presentazione di “Febbre da cavallo” di Steno, anticipata dalla consegna del premio “Talento&Tenacia” promosso dall’IPAB – OPERA PIA ASILO SAVOIA. I venerdì di giugno e luglio saranno invece dedicati agli incontri con diversi ospiti tra cui Silvio Orlando che introdurrà “La scuola” di Daniele Luchetti, Roberto Andò con il suo “Viva la libertà”, Luigi Lo Cascio presenterà la sua opera di regia “La città ideale” assieme ad Angelo Barbagallo, il maestro Marco Bellocchio il 27 Giugno incontrerà per la prima volta il pubblico del Cinema America con “Fai bei sogni”. E ancora: Cristina Comencini con “Quando la notte”, Laura Bispuri Alba Rohrwacher per “Vergine giurata”, Piero Messina e Nicola Giuliano con “L’attesa” e Costanza Quatriglio per “L’isola”.

Arena di Tor Sapienza
Al Parco della Cervelletta si parte invece il 9 giugno con Asia Argento che introduce il suo primo lungometraggio “Scarlet Diva”, ispirato alla drammatica esperienza delle molestie subite in prima persona da Harvey Weinstein. In programma ogni martedì film di fantascienza, maratone notturne fino all’alba di film culto come “Alien” e “Indiana Jones”, classici come “Il Padrino”. Il mercoledì, il venerdì e la domenica retrospettive rispettivamente su Pedro AlmodóvarHayao Miyazaki e Matteo Garrone, che sarà anche presente nelle serate del 10 e del 24 giugno per presentare “Terra di mezzo” ed “Estate romana”. 

Tra gli altri ospiti: Michele Placido e Luca Bigazzi con “Romanzo criminale”, Riccardo Milani e Paola Cortellesi con “Scusate se esisto” e Roberto De Paolis che presenterà insieme al cast “Cuori Puri”, a pochi passi dal set del film. E ancora: Libero De Rienzo per la speciale presentazione di “Sátántangó” di Béla Tarr, Pif con “La mafia uccide solo d’estate”, Daniele Luchetti, Franco Piersanti e Riccardo Tozzi per “Mio fratello è figlio unico”, Daniele Vicari e Isabella Ragonese con il loro “Sole cuore amore” ed Emanuele Crialese per la presentazione di “Respiro”.

Arena di Ostia
Al Porto Turistico di Roma il proiettore si accenderà l’11 giugno con un omaggio a Pietro Germi: Carlo Verdone introdurrà “Divorzio all’italiana”. Mentre il 4 Luglio Luca Guadagnino presenterà “L’impero dei Sensi” di Nagisa Ōshima. E poi via al calendario delle retrospettive su Federico Fellini, Tim BurtonSofia Coppola e, dal 19 luglio, su Pier Paolo Pasolini (che prosegue anche nel mese di agosto), per concludere con Quentin Tarantino

Ogni venerdì l’appuntamento è per i più piccoli con film Disney e Pixar, mentre il sabato è dedicato ai dibattiti. In programma l’incontro con il maestro e direttore d’orchestra Franco Micalizzi e l’opera “Lo chiamavano trinità”, con Claudio Amendola per “Il permesso – 48 ore fuori”, con Riccardo Scamarcio per “Il caso Mattei” di Francesco Rosi. Luca Zingaretti omaggerà invece Michael Cimino con “Il cacciatore”, Gianni Zanasi proporrà al pubblico “Non Pensarci”, Claudio Bisio introdurrà “Si può fare”, Ivan Cotroneo e Luca Bigazzi presenteranno “Un Bacio”, Andrea Molaioli e il cast incontreranno il pubblico per “SLAM – Tutto per una Ragazza” e Ferzan Özpetek introdurrà la sua opera prima “Il bagno turco”. In attesa della pubblicazione del programma di agosto, un’anticipazione: il 10, sotto le stelle cadenti del litorale, l’omaggio andrà ai fratelli Taviani con la proiezione de “La notte di San Lorenzo”, introdotta da Nicola Piovani e Claudio Bigagli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA