Roma, da Prati a Porta Pia, si allarga la Ztl: installati 21 varchi per i mezzi pesanti

Mercoledì 13 Aprile 2016 di Elena Panarella
7
Stop alla giungla di bus turistici, camion e mezzi pesanti nel centro di Roma. Sono stati, infatti, installati i 21 vam (varchi per veicoli a motore superiori ai 7,5 metri) pronti a inchiodare chi viola le nuove regole. Il sistema concepito per limitare l’accesso all’area centrale, corrispondente all’anello ferroviario, da parte dei veicoli di grandi dimensioni che inquinano e creano congestioni, prevede l’estensione dell’area off limits ai torpedoni e grossi mezzi. Da quando entrerà in funzione, è bene sottolinearlo, nulla cambierà per i veicoli di dimensioni inferiori come automobili o furgoni. L’installazione dei 21 impianti, realizzata da Roma Servizi per la Mobilità, è stata completata ed è imminente il via libera del ministero per le Infrastrutture alla sperimentazione. Durante il primo mese di esercizio nessuna sanzione sarà irrogata. A pieno regime, poi, i varchi saranno in funzione tutti i giorni dalle 5,30 alla mezzanotte consentendo l’accesso solo ai grandi veicoli muniti di permesso per la categoria turistica o trasporto merci.

LA MAPPA DEI 21 VARCHI


Quando i varchi entreranno in funzione (una volta superato il mese di prova), le targhe degli eventuali trasgressori saranno rilevate dai sistemi di Roma Servizi per la Mobilità e inviate alla polizia locale per avviare il procedimento sanzionatorio. La Ztl anello ferroviario 1 (Ztl Af1 Vam), riguarda una vasta area all’interno della quale i mezzi con lunghezza superiore ai 7,5 metri non potranno circolare. Tecnicamente in questo modo si estende la zona nella quale possono circolare soltanto i pullman con permesso Ztl Bus 1. Tutti gli altri (quelli che hanno accesso al Gra, con permesso di tipo Ztl Bus 2) che prima potevano circolare e lasciare turisti a ridosso del centro, dovranno rispettare i nuovi limiti. La cartina della nuova Ztl comprende nella zona rossa aree strategiche, spostando il confine da viale delle Mura Gianicolensi fino a ridosso di via Leone XIII. Passando a Prati, l’area rossa comprenderà anche piazzale degli Eroi, Circonvallazione Trionfale e piazzale Clodio. Occhi elettronici puntati anche su Ponte del Risorgimento e Ponte Matteotti (sempre in direzione Prati). Modifiche anche nella zona della stazione Termini, lato San Lorenzo con nuovi confini che si estendono comprendendo via Marsala, viale Castro Pretorio, viale Pretoriano.
 
LE DEROGHE
La nuova regolamentazione prevede ovviamente delle deroghe. Sono, ad esempio ammessi nella nuova Ztl, mezzi con lunghezza superiore a 7,5 metri che appartengono a forze di polizia, mezzi di soccorso, l’autoparco di Roma Capitale e servizi per disabili. Sul versante del controllo accessi dei cinque nuovi parcheggi automatizzati per i bus turistici (largo Micara, stazione Fs Aurelia, largo Martin Luther King, stadio Olimpico e Tor di Quinto) da parte di Roma Servizi per la Mobilità, bisognerà attendere che «l’Autorità Nazionale Anticorruzione, dia il via libera per l’aggiudicazione dei lavori». Anche in questo caso il meccanismo con sbarra e telecamera impedirà l’entrata ai mezzi privi di prenotazione. 

elena.panarella@ilmessaggero.it Ultimo aggiornamento: 09:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Voti e pagelle, famiglie in tilt: «Ma con 5,78 passi lo stesso?»

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma