E' battaglia M5S-centrodestra, i voti di Fucci ago della bilancia

di Moira Di Mario
A Pomezia è sfida al ballottaggio tra Adriano Zuccalà (M5S) e Pietro Matarese, centrodestra, appoggiato da 7 liste (Lega, Msi, FI, FdI, Lista dello Scarpone - Pirozzi, III Myllenium e Udc). Il pentastellato parte con un vantaggio di quasi 900 voti.



Al primo turno Zuccalà ha ottenuto il 28,7% delle preferenze, mentre Matarese si è fermato al 25,4. Nessun apparentamento è stato sottoscritto, nonostante il sindaco uscente Fabio Fucci, escluso dal secondo turno per soli 500 voti, abbia proposto ai suoi ex attivisti di siglare un patto di governo. L’offerta è stata rifiutata e Fucci ha deciso di non dare alcuna indicazione. Alcuna istruzione ai propri elettori nemmeno da Stefano Mengozzi (centrosinistra) che ha sfiorato il 19%. Fucci con i suoi seimila voti rimane l’ago della bilancia. L’altra grossa incognita è l’astensionismo.
Giovedì 21 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:31

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP