Roma contro la violenza sulle donne: parte la campagna "noino.org"

Martedì 5 Novembre 2013
Anche a Roma la campagna

Roma si unisce al coro per dire “No” con forza alla violenza sulle donne. Il 25 novembre, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, anche Roma Capitale e la Regione Lazio aderiscono alla campagna di comunicazione “noino.org”, rivolta specificamente agli uomini.

Nata a Bologna l’anno scorso, da un bando promosso dalla Fondazione del Monte, con l’ideazione dell’Agenzia di Comunicazione “Comunicattive” e l’attività di community building a cura di “Studio Talpa”, “noino.org” è una campagna che induce gli uomini ad assumersi le proprie responsabilità rispetto alle varie forme di violenza. Colpire, controllare, costringere, ferire, impaurire, infastidire, inseguire, importunare, insultare, isolare, malmenare, minacciare, molestare, pestare, picchiare, prendere a botte, punire, ricattare, schiaffeggiare, spingere, strattonare, stuprare, tormentare, uccidere, urlare, umiliare, violentare: tutte sfumature queste di uno stesso fenomeno che va percepito e contrastato a livello istituzionale prima che sia troppo tardi.

Attraverso il volto di testimonial come Claudio Bisio, Daniele Silvestri, Alessandro Gassmann e Cesare Prandelli si vuole invitare a una riflessione profonda sull’esistenza di un concetto ampio di maltrattamento, che non necessariamente si manifesta in modo aggressivo. Sono uomini riconoscibili che si rivolgono ad altri uomini instillando in loro l’idea che vanno respinti tutti quei comportamenti che riconducono alla violenza contro le donne, in ogni declinazione.

Ma chiunque può diventare testimonial: caricando le proprie foto sulla community www.noino.org e mettendo “Mi piace” sulla pagina Facebook noino.org.

Come ha sottolineato l'assessora alle Pari Opportunità Alessandra Cattoi, «La prevenzione e la sensibilizzazione sono azioni fondamentali che dobbiamo realizzare affinché il numero delle donne che si rivolgono ai centri anti-violenza si abbassi considerevolmente, perché l'obiettivo nel futuro non è di aprire nuovi centri ma di chiuderli perché non ce n'è più bisogno. Per arrivare a questo dobbiamo lavorare per promuovere un cambiamento culturale radicale che incida fortemente sulla mentalità degli uomini prima ancora che delle donne.

È proprio in quest’ottica che abbiamo deciso di sostenere la campagna noino.org che utilizza gli uomini come testimonial che si rivolgono direttamente ad altri agli uomini per dire con fermezza no alla violenza contro le donne, a tutte le sue forme fisiche e psicologiche».

Perciò, uomini, questo è il momento di far sentire la vostra voce.

Ultimo aggiornamento: 6 Novembre, 06:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA