Villaggio Olimpico nel degrado: cumuli di rifiuti e verde incolto

di Valeria Arnaldi
Erba alta nelle aiuole, piante selvatiche sui marciapiede. E cumuli di rifiuti abbandonati in terra, ma anche vere e proprie torrette di immondizia, fino ad arrivare a una trentina di sacchi di spazzatura accatastati uno sull'altro all'ombra del Palazzetto dello Sport, al Flaminio, gioiello progettato nel 1956 da Annibale Vitellozzi e Pier Luigi Nervi, utilizzato ancora oggi ma circondato dal degrado. Così come la grande scultura di Mario Ceroli poco distante. Cuore verde nel centro, il Villaggio Olimpico sembra essere...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 24 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 36
QUICKMAP