Truffa all'assicurazione, la procura archivia la posizione
della clinica Villa Mafalda

Giovedì 24 Marzo 2016
La procura della Repubblica ha deciso di archiviare la posizione della Casa di Cura Villa Mafalda in merito all’accusa di associazione a delinquere per truffa ai danni delle assicurazioni. Il Giudice per le Indagini Preliminari Valerio Savio ha accolto la richiesta del pubblico ministero Elena Neri, archiviando la posizione dei vertici della clinica, dei medici e degli infermieri per quanto riguarda l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa nei confronti delle società assicuratrici. L’accusa, partita da una ex dipendente della clinica, ipotizzava la manipolazione di numerose cartelle cliniche con l’intento di mascherare operazioni di chirurgia estetica attraverso interventi urgenti, in modo da ottenere il rimborso dalle assicurazioni.

Le indagini hanno analizzato oltre 7000 vetrini, contenenti il materiale biologico asportato ai pazienti, per confrontarne la corrispondenza con le biopsie e le conseguenti diagnosi.  Il medico legale Mario Arena, incaricato dal pubblico ministero, si è pronunciato a favore della Clinica, confermando l’esito degli esami svolti.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani