Via del Corso, chiude Autogrill
I dipendenti: «Assurdo, licenziati via fax»

Via del Corso, chiude Autogrill I dipendenti: «Assurdo, licenziati via fax»
di Veronica Cursi
1 Minuto di Lettura
Lunedì 31 Marzo 2014, 09:40 - Ultimo aggiornamento: 13:58
Dall'8 giugno Il locale Autogrill di via del Corso chiuder i battenti e licenzier tutti i 77 dipendenti attualmente in servizio.



La denuncia arriva dai dipendenti del locale che ieri hanno messo in scena una calmorosa protesta davanti allo storico punto vendita nel centro di Roma. «Siamo stati licenziati via fax. Una vergogna - si sfoga Tiziana Russo - l'Azienda ha notificato con un semplice fax, la rovina di 77 famiglie senza nessun margine di trattativa».



Il valore storico del locale, che ha segnato la vita culturale di Roma (alle origini il locale si chiamava Caffè Aragno, frequentato da Pirandello e Ungaretti) nel 1955 passò ad "Alemagna" infine "Autogrill" è frequentato da milioni di turisti provenienti da tutto il mondo.



«Siamo indignati - continuano i dipendenti - In questo periodo di crisi, è opportuno segnalare i disagi di noi dipendenti di tutte le età, che per un motivo o per un altro, (mutui, cure per familiari, e tanti problemi personali) vedrà davanti la prospettiva di un calvario irreversibile». I lavoratori non ci stanno e annunciano uno sciopero a oltranza «fino al ritiro della decisione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA