Velletri, la sfida del fratello del ministro Trenta

Martedì 5 Giugno 2018 di Alessia Marani
Questa volta a dare la spinta giusta al candidato M5S alle comunali di Velletri, Paolo Trenta, potrebbe essere la sorella Elisabetta, neo-ministro alla Difesa che, domenica sera, non è voluta mancare alla cena di sostegno in città con amici, parenti e simpatizzanti.

Trenta, che aveva già tentato il colpaccio nella precedente tornata, dunque, confida sull'effetto volano del nuovo prestigioso incarico arrivato in famiglia e punta alla doppietta, ma la sfida è tutta aperta. Sono ben sette i candidati in corsa nel Comune dei Castelli, 53mila abitanti, finora governato dal dem Fausto Servadio, sul finire del suo secondo mandato.

A raccogliere il suo testimone ci proverà l'assessore all'Urbanistica Orlando Pocci, sostenuto da sei liste tra cui Pd e Leu. Si presenta diviso, invece, il centrodestra: Giorgio Greci correrà con il sostegno di Lega, Fdi e altre sette liste, mentre l'avvocato Alessandro Priori conterà sull'appoggio di Fi e di altre quattro liste. In corsa anche Paolo Felci di Casapound, il consigliere comunale Stefano Pennacchi, transfugo ormai da quattro anni dalla maggioranza di centrosinistra, per le liste Sinistra per Velletri e Lista Velester e il candidato civico Augusto Di Lazzaro, già assessore nella prima giunta Servadio, sostenuto dalle liste Laboratorio Velletri e Laboratorio in Movimento.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA