Roma, uccise i figli nel carcere di Rebibbia, indagata la psichiatra

Roma, uccise i figli nel carcere di Rebibbia, indagata la psichiatra
1 Minuto di Lettura
Giovedì 13 Dicembre 2018, 13:50 - Ultimo aggiornamento: 14:04

C’è un nuovo indagato nell’indagine relativa alla morte di due bambini, uccisi, il 18 settembre scorso, dalla madre nel carcere di Rebibbia dove si trovava detenuta per reati di droga. I pm hanno iscritto per omissione di atti di ufficio la psichiatra dell’Asl 2 che presta servizio anche nel carcere romano. Nei suoi confronti l’accusa è legata al fatto che non ha visitato, a fronte di richieste formali della direzione di Rebibbia, Alice Sebesta, la 30enne tedesca madre dei due piccoli di 6 e 19 mesi lanciati dalle scale del reparto nido del penitenziario, nei giorni precedenti al tragico gesto.

La mamma che uccise i figli a Rebibbia era un corriere della droga

La psichiatra dell'Asl Roma 2, secondo l'accusa, nonostante ci fossero state specifiche richieste, non avrebbe visitato la 33enne tedesca di origini georgiane che in pochi secondi lanciò sulle scale del reparto nido del carcere la figlia di 6 mesi e il figlio di un anno e mezzo. 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA