Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tumore al seno, a San Lorenzo
incontro Atena con le donne
per imparare l'autovisita e vincere la paura

Tumore al seno, a San Lorenzo incontro Atena con le donne per imparare l'autovisita e vincere la paura
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Ottobre 2014, 21:44 - Ultimo aggiornamento: 21:54

Ogni anno in Italia si contano 50mila nuovi csi di tumore al seno, solo a Roma e nel Lazio la diagnosi viene fatta a 4.300 donne. Grazie alla diagnosi precoce e alle terapie si sta modificando il profilo della malattia: la sopravvivenza a 5 anni dall'insorgenza della neoplasia è salita all'84%.

Proprio per mettere in guardia l'universo femminile dai rischi del cancro al seno la onlus Atena Donna (www.atenaonlus.com), presieduta da Carla Vittoria Cacace, promuove l'incontro “Seno, come proteggerlo. Dall'autopalpazione alle visite” in programma mercoledì 22 ottobre alle 17,30 presso la parrocchia San Tommaso Moro a San Lorenzo (via dei Marruccini, 1).

Sarà il professor Francesco Cognetti, direttore del dipartimento di Oncologia medica del Regina Elena a spiegare la malattia, a rispondere alle domande, a illustrare come fare prevenzione. Dall'autopalpazione, alle visite senologiche, dagli screening periodi agli esami strumentali. Ma anche la possibilità di avere un figlio dopo un tumore, il ruolo dell'allattamento.

L'incontro fa partedi una serie di convegni aperti al pubblico in diversi quartieri della Capitale rivolti alle donne, in particolare delle epriferie e delle zone con alta densità abitativa. Obiettivo: avvicinarsi a chi ha più bisogno d'aiuto, spiegare in modo semplice come tutelare la salute cancellando anche false credenze e paure.

© RIPRODUZIONE RISERVATA