Termini, il sospetto individuato ad Anagni ma lasciato andare: l'arma era un fucile giocattolo

Lunedì 25 Gennaio 2016 di Marco De Risi
1

È stato individuato ma subito rilasciato l'uomo che ha gettato nel panico la stazione Termini, aggirandosi tra le banchine con un fucile. Secondo le ultime indiscrezioni, il sospetto, che sarebbe un italiano sulla quarantina, è stato fermato e poi lasciato andare da un carabiniere alla stazione di Anagni-Fiuggi, a bordo di un treno locale, diretto a Cassino. Il capotreno, avendo visto l'uomo armato, aveva avvertito il militare, che in quel momento era fuori dal servizio e che non sapeva nulla di quanto era successo a Roma. Dopo aver controllato che la sua arma era in realtà un giocattolo, lo ha lasciato andare, senza prendere le generalità. Il sospetto è quindi sceso dal treno e si è dileguato.

Secondo quanto si apprende, i carabinieri sono ora impegnati in alcune ricerche nella zona attorno alla stazione di Anagni. Il ricercato sarebbe un uomo con problemi psichici.
 

Ultimo aggiornamento: 22:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma