Roma, flashmob contro i tavolini selvaggi, residenti e Alfonsi: «Li usiamo come panchine»

Il flashmob (foto Stanisci-Toiati)
di Laura Bogliolo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 11 Marzo 2015, 18:26 - Ultimo aggiornamento: 12 Marzo, 12:47

Succhi di frutta, un mazzo di carte e solo una frase: «Ci rimpossessiamo di quello che è della città». Nello specifico una miriade di tavolini abusivi di un ristoratore in via delle Carrozze. Non sono passate neanche 24 ore dal blitz dei vigili di lunedì che ha portato alla rimozione degli arredi illegali, e i tavolini questa mattina, sono rispuntati.

I residenti e il presidente del I municipio Sabrina Alfonsi, insieme all'assessore al commercio Jacopo Emiliani Pescetelli, stanchi della sfacciataggine di chi non vuole proprio rispettare le regole, oggi pomeriggio hanno organizzato un flashmob: si sono seduti ai tavoli che occupavano illegalmente lo spazio in uno dei vicoli più preziosi di Roma e per tutto il pomeriggio davanti allo stupore dei camerieri hanno giocato a carte e bevuto succhi di frutta acquistati in altri esercizi. «Li consideriamo come delle panchine - hanno detto i residenti - e qui ci facciamo quello che vogliamo». «Chiediamo a tutti di fare la propria parte per far rispettare le regole di una società civile basata sul diritto e non sulla furbizia» il commento di Roberto Crea di Cittadinanzattiva.

«Da qui non ci spostiamo, i tavolini occupano illegalmente suolo pubblico» ha detto Roberto Tomassi, dell'associazione residenti Campo Marzio. Il presidente Alfonsi ha iniziato una partita a briscola, davanti allo stupore dei turisti che intanto continuavano a mangiare nel tavolino accanto.

«Protestiamo contro il riposizionamento su suolo pubblico di tavolini e arredi che erano stati rimossi dalla Polizia Locale soltanto ieri - dice Alfonsi - c'è un disagio diffuso nei confronti dell'esercizio illegale del commercio, che sta degradando i luoghi più belli della nostra città». «Farete licenziare venti persone» ha ribattuto il proprietario del ristorante. Poco dopo sono arrivati gli agenti della Polizia Locale del comando generale e del I Gruppo coordinati direttamente dal comandante del Corpo Raffaele Clemente. Tutti i tavolini sono stati portati via.

L'elenco dei ristoratori che occupano da anni il suolo pubblico illegalmente è lunghissimo. Sono almeno 80 in centro gli esercizi per i quali i vigili hanno evidenziato abusi totali o ampliamenti. Già ieri sono state effettuate rimozioni di tavolini abusivi da via di S. Maria dell'Anima, fino a via Poli dove è stato rimosso un mega gazebo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA