Sub muore nel lago di Garda: era un aviere romano di 39 anni

Domenica 2 Dicembre 2018
È morto dopo essersi immerso con alcuni amici nelle acque del lago di Garda. Miguel Verdecchia, era un aviere 39enne in forza all’Aerobase del Sesto Stormo dell’Aeronautica militare di Ghedi, ma romano di nascita, da una decina di anni era di stanza all’aerobase bresciana. Sono stati i due compagni a lanciare l’allarme non vedendo più riemergere il militare. Erano arrivati nelle acque di Toscolano Maderno, nella zona vicina alla Casetta degli spiriti dove è presente anche un presepe sommerso, perché è uno dei punti preferiti dai sub.

Doveva essere una giornata spensierata all’insegna della passione per le immersioni e invece si è trasformata in una tragedia. I tre stavano facendo una esercitazione, come avevano già fatto tante altre volte. Dopo ore di ricerche, è stato individuato e recuperato il corpo senza vita. Probabile che sia stato un malore durante la discesa a far perdere la vita al militare. La Procura, intanto, ha aperto un’inchiesta per capire cosa possa essere accaduto. Sul posto sono arrivati appena si è saputa la notizia amici e colleghi di Miguel. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma