Roma, nuovo colpo al clan Spada: sequestrati beni per 19 milioni

Giovedì 11 Ottobre 2018 di Michela Allegri

Nuovo colpo al clan Spada di Ostia. Su richiesta della Dda di piazzale Clodio, gli agenti del Gico della Finanza hanno effettuato approfondimenti patrimoniali nei confronti di Carmine Spada, detto “Romoletto”, considerato dagli inquirenti il capo clan. Sotto sequestro la sua villa da 800 mila euro. Sequestrata anche la villa di Ottavio, (da 450mila euro) e Roberto Spada (già sotto processo per la testata a favore di telecamera a un giornalista della Rai), e di Claudio Galatioto.

LEGGI ANCHE Roma, raid Casamonica nel bar: Comune parte civile contro il clan

Dagli accertamenti della Finanza è emerso che i vertici del clan avevano un tenore di vita del tutto incoerente rispetto alle capacità reddituali dichiarate. Per l’accusa, hanno anche inquinato l’economia di Ostia, reimpiegando i profitti delle condotte illecite attraverso la costituzione, tramite prestanome, di una serie di imprese (bar, sale slot, distributori di carburante, concessionarie di auto) e associazioni sportive dilettantistiche utilizzate per la gestione di palestre e scuole di danza.
 

I beni sono risultati intestati a 47 persone, tra familiari e “teste di legno”. Sotto sequestro, il patrimonio aziendale di 18 società e 4 ditte individuali, quello di 6 associazioni sportive e culturali, 4 immobili a Roma e Ardea, 15 auto, una moto e rapporti bancari e assicurativi.La Guardia di Finanza sta eseguendo cinque decreti di sequestro di beni emessi dal tribunale di Roma nei confronti di altrettanti esponenti di spicco della famiglia per un valore complessivo di quasi 19 milioni.

LEGGI ANCHE Raggi e il blitz anti-Spada: «Ora tocca ai Casamonica»
 

 
 

Ultimo aggiornamento: 23:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Cercasi Roscio disperatamente

di Marco Pasqua