ROMA

Oltre cento persone alla fiaccolata per Simona, il cugino: «Violentata? Lo apprendo ora dai media»

Sabato 9 Novembre 2013

╚ partita dalla parrocchia della NativitÓ di Nostro Signore Ges¨ Cristo, dopo la celebrazione della santa messa la fiaccolata per non dimenticare la morte di Simona Riso, la ragazza caduta dal terrazzo condominiale della casa di via Urbisaglia dove viveva.

Oltre un centinaio di persone presenti tra famigliari, amici, conoscenti, abitanti del quartiere, rappresentanti di associazioni in difesa della donna. ┬źNon posso assolutamente ancora dire cosa sia realmente successo a Simona. Ci sono ancora le indagini in corso. Comunque, quello che ├Ę avvenuto ci sembra strano┬╗. Cos├Č il cugino di Simona Riso, Francesco.

E a proposito di una presuenta violenza sessuale, subita in passato il cugino Francesco ha dichiarato ancora: ┬źNon ne so niente, lo sto apprendendo da voi giornalisti. Lo ripeto -ha aggiunto- per noi ├Ę strano, vogliamo sapere come sono andate le cose┬╗.

Simona Riso aveva sofferto in passato di depressione. ┬ź├ł vero -ha risposto il cugino- ma si era ripresa. Non era pi├╣ in cura e prendeva farmaci antidepressivi in quantit├á minore┬╗.

Ultimo aggiornamento: 22:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani