Roma, scuola nel caos, esordio choc: disabili lasciati a casa e topi in classe

Esordio choc nelle scuole romane che ieri hanno aperto i battenti. Alcuni bimbi disabili non sono potuti andare a scuola perché il servizio di trasporto non c'era e in classe mancava l'assistenza specializzata. Altri sono dovuti rimanere a casa perché tra i banchi c'erano i topi. I più fortunati si sono dovuti accontentare di aule allagate per qualche goccia di pioggia, sedie e banchi che mancavano.
A Roma insieme agli studenti, a scuola sono entrati anche inefficenze, disservizi e problemi. E voi come avete vissuto il vostro primo giorno? Avete riscontrato qualcosa che non va? Segnalatelo con una email all'indirizzo primogiorno@ilmessaggero.it, indicando il nome dell'istituto, il quartiere, la classe e mettendo nell'oggetto dell'email la parola "scuola".

 
Venerdì 16 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 10:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2016-09-17 07:50:20
Ecco a voi l'amministrazione grillina,ed ora sentiamo come li giustificheranno i boccaloni che li hanno votati ! Per una bomba d'acqua che allagò il RA Marino fu crocifisso !
2016-09-16 21:34:17
MA come???!! Renzie ha Detto che ha systematic la scuola!!! La buona scuola!!!
2016-09-16 21:32:32
MA come???!!
2016-09-16 18:46:24
Te credo invece di pensare alle scuole ai pulmini alle mense pensano ad acchiappare. Sono tre mesi che litigano per i soldi , Sono tutti uguali....... Ammazza ammazza è tutta 'na razza!
2016-09-16 18:41:49
Non credo che questo sia solo un problema di Roma. Non bisognerebbe assicurarsi che le scuole siano in condizioni di ricevere i bambini PRIMA che questi arrivino? E poi si lamentano se i bambini non fanno i compiti durante le vacanze ma li facessero loro nel ripulire e presentare la scuola in modo salutare e decente. Forse ecco perche' quella preside famosa ha proibito al sindaco di entrare nella scuola. Tutti i nodi vengono al pettine eh?
9
  • 436
QUICKMAP