Roma, la spiaggia del Tevere ha aperto: pochi "villeggianti" e operai al lavoro. Raggi non c'è

Sabato 4 Agosto 2018
52
Roma, la spiaggia del Tevere ha aperto: ancora pochi

Alla fine la spiaggia sul Tevere di Roma, ribattezzata lido "Tiberis", ha aperto i battenti alle 8 di questa mattina. Delusione tra i primi visitatori che sono entrati al lido con gli operai ancora al lavoro, erba e piante finte e neanche l'ombra di uno specchio d'acqua dove potersi rinfrescare. Tra sabbia e fiume, appena una quindicina di persone tra cui molti addetti ai lavori, come il Direttore generale del Comune Franco Giampaoletti, il presidente della Commissione Ambiente Pierluigi Diaco con le rispettive famiglie. La sindaca Raggi, salvo cambi di programma, non passerà: nessuna inaugurazione ufficiale.

LEGGI ANCHE Roma, apre la spiaggia sul Tevere: palme finte a fine estate
 


Gli operai stanno finendo di montare un gazebo. Il caldo non dà tregua. Qualcuno comincia a rinfrescarsi con le docce messe a disposizione sulla spiaggia: sono l'unico refrigerio offerto. E un signore, curioso, di passaggio ha commentato: «Qui l'unico modo per rinfrescarsi è buttarsi nel Tevere». Non c'è neanche una piscinetta, una vasca per idromassaggi, solo docce, per sciacquettarsi al volo, dopo una partita di beach volley.

Virginia Raggi: «Abbiamo creduto fortemente in questo progetto, perché il rilancio e la valorizzazione del fiume Tevere è una delle priorità del nostro mandato. È stato creato appositamente un Ufficio speciale che ha messo insieme i tanti soggetti istituzionali competenti, tra cui la Regione Lazio, l'Autorità di Bacino e la Capitaneria di Porto. Abbiamo firmato il Manifesto di intenti per il Contratto di Fiume con enti e associazioni. E ora, come avviene a Parigi e in altre capitali europee, anche a Roma si potrà prendere il sole sulle rive del fiume», afferma la sindaca di Roma, Virginia Raggi. La spiaggia è ad ingresso libero. È stata attrezzata con sdraio, docce dove potersi rinfrescare, distributori automatici di bevande e snack, spogliatoi, ombrelloni e campi sportivi. Aprirà tutti i giorni, comprese le domeniche e i festivi, dalle ore 8 alle 20. La gestione dell'area è a cura di Roma Capitale che si occuperà di garantire pulizia, manutenzione e sicurezza con la stretta collaborazione della Polizia Locale».

I vigili urbani saranno di guardia per assicurarsi che i rom appena sgomberati da sotto il ponte non tornino, approfittando del restyling pagato dal Comune, con tanto di querce da sughero, bambù, ulivi, alloro e palme nane, oltre a due campetti sportivi tra l'erba sintetica.

Ultimo aggiornamento: 5 Agosto, 09:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA